notizie dal mondo 1-15 maggio 2008

21/mag/2008 15.00.00 indipendenza Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

www.rivistaindipendenza.org

http://indipendenza.lightbb.com/index.htm

in "Ultime notizie dal mondo" (sul sito)

1 - 15 maggio 2008

a) Libano. Una carrellata di notizie sulla crisi libanese di questi giorni. Chi l’ha innescata e perché. E come è maturata l’ulteriore vittoria della resistenza libanese guidata da Hezbollah. Lo scoppio della crisi nelle parole di Nasrallah (8, 9); quindi ricostruzioni ed analisi di una crisi pianificata ma fallimentare per i suoi ideatori secondo: Thierry Meyssan (10, 11), Michelguglielmo Torri (12), Rami Khoury (11) e addirittura un ex capo dell’intelligence israeliana (11). Un occhio, poi, alla posizione assunta dall’esercito libanese (12). Quindi al 10 la retromarcia del governo filo-USA di Siniora e Jumblatt (una notizia su di lui al 4) e la definitiva revoca delle misure governative il 15. Infine da Washington lo stupore per i soldi buttati nelle milizie mercenarie che si sono squagliate come neve al sole e sua reazione stizzita (13). Per altro di non meno importante: sull’UNIFIL (9) e sulle pressioni USA (9).

b) Israele / Palestina. Requisitoria contro Israele della "Rete degli ebrei contro l’occupazione" (1). Il saggista e storico israeliano Ilan Pappe invita a strappare dall’oblio la pulizia etnica israeliana in Palestina (1). L’ex presidente USA Jimmy Carter torna a dire la sua su Israele (8). Intanto rallenta il flusso dei "nuovi isareliani": l’allarme dell’agenzia sionista Jafi (4).

c) Bolivia. Le oligarchie filo-USA puntano a spaccare il paese per defenestrare Evo Morales (3, 6, 9, 12, 14, 15). In Colombia mossa a sorpresa di Uribe per rimanere a galla (2, 14). Un’occhiata in Venezuela (2, 13) e all’Ecuador (12). E intanto Washington rimette in mare la IV Flotta nelle acque dell’America Latina dopo 58 anni (USA e Cuba / USA al 4).

 

Sparse ma significative:

· Eire. Il Sinn Féin sul Trattato di Lisbona per il referendum del 12 giugno. Un tema molto delicato servilmente silenziato non solo in Italia.

· Russia / Georgia. Una guerra per l’Abkhazia (1, 6)? Washington non sta a guardare.

· Iran / Pakistan / India. Un gasdotto per amico (3). Quali ripercussioni geopolitiche?

 

Tra l’altro:

Corsica (6 maggio).

Scozia (15 maggio).

Somalia (2, 5 maggio).

Germania (8 maggio).

Serbia (1, 11, 14 maggio).

USA / Iran (1, 8 maggio).

Iran (8, 10 maggio).

Russia / Iran (8 maggio).

Nepal (3 maggio).

USA (2 maggio).

Siria (28 aprile).

Bielorussia / USA (3 maggio).

Gran Bretagna (4, 6 maggio).

Iraq (10 maggio).

Pakistan (8, 12, 14 maggio).

Polonia (10 maggio).

Lituania / Russia (13 maggio).

 

Saluti

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl