COSTITUZIONE NUOVO COMITATO

23/mag/2008 00.00.00 comitato dignità nel lavoro Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Per una dignità nel lavoro

 

Siamo un gruppo di persone unite dal medesimo trattamento lavorativonell’ambito dei servizi scolastici (in prevalenza scuole primarie edell’infanzia).

 

  Fino al 30/06/97 abbiamo lavorato con il collocamentonelle varie scuole di una cittadina marchigiana.

 

  Il comune, durante l’estate, ha deciso di appaltare ilservizio dei collaboratori scolastici (bidelli) nelle varie scuole delterritorio.

 

  I dirigenti delle cooperative ci hanno contattato (dopoaver chiesto i nominativi allo stesso comune) proponendoci di andare in gara diappalto con i nostri nominativi.

 

  Poiché tramite collocamento, era sempre più difficilelavorare, abbiamo aderito alla proposta.

 

  Allora i collaboratori scolastici erano tutti comunali.

 

  Nel 2000 è avvenuto il passaggio dal comune allo stato.

 

  Le nostre mansioni sono, come d’appalto, identicheal collaboratore statale e comunale.

 

  Si tratta degli ormai tristemente noti appalti storici:dopo undici anni il precariato è diventato ormai cronico con tutti glisvantaggi che ciò comporta per le famiglie interessate.

 

  La nostra vita lavorativa risente quindi di: essere a casain luglio e agosto senza retribuzione alcuna, aver svolto servizio mensa dal1997 senza aver usufruito degli incentivi previsti (funzioni miste); svolgeremansioni da 3° livello pur percependo uno stipendio da 2° livello; doverseguire la stessa formazione prevista per i dipendenti statali partecipando avari corsi di aggiornamento obbligatori; ancor più grave, non aver alcunpunteggio riconosciuto ai fini delle varie graduatorie (sul bando di concorsoper accedere alle graduatorie è necessario un mese di servizio alle dipendenzedello stato).

 

  Riassumendo: pur avendo prestato servizio e aver acquisitoun’utile esperienza per undici anni con mansioni identiche alcollaboratore statale non ci è riconosciuto un solo giorno di servizio!!

 

  Che cosa chiediamo: in questa realtà di costi di vitatedeschi e di stipendi da Grecia ci rivolgiamo alle istituzioni per avereattenzione.

 

  Senza pretese impossibili, ottenere almeno un minimoriconoscimento del servizio svolto per accedere alle varie graduatorie.

                                                           Il comitato per la dignità nel lavoro

comitatodignitalavoro@gmail.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl