Comunicato stampa

Nell'ambito dell'iniziativa, il Comitato regionale della Campania e la LILT di Napoli saranno presenti con un gazebo il 30 maggio all'ospedale Monaldi e il 31 all'ospedale Pellegrini dove si potranno effettuare gratuitamente test per il dosaggio della CO ed esame spirometrici.

29/mag/2008 19.10.00 LILT - Comitato regionale della Campania Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 

 

 

                                               Comunicato stampa

                               Comitato regionale LILT Campania

 

                   Giornata mondiale senza tabacco 31 maggio 2008

 

In occasione della giornata mondiale senza tabacco, l’atto di intesa tra l’Istituto Superiore di Sanità e la Lega Italiana per la lotta contro i tumori rafforza il proprio impegno contro il tabagismo.

Nell’ambito dell’iniziativa, il Comitato regionale della Campania e la LILT di Napoli saranno presenti con un gazebo il 30 maggio all’ospedale Monaldi e il 31 all’ospedale Pellegrini dove si potranno effettuare gratuitamente test per il dosaggio della CO ed esame spirometrici.

In Italia ogni anno il fumo di tabacco provoca circa 80.000 decessi su un totale di 560.000. Il fumo passivo, spesso considerato non pericoloso, è stato recentemente classificato come sostanza cancerogena dall’organizzazione mondiale della sanità. Nonostante i numeri negativi, che fotografano in modo fin troppo chiaro la gravità del fenomeno, si registrano sensibili segnali di miglioramento, grazie anche alle numerose campagne informative degli ultimi anni.

Negli ultimi quattro decenni la percentuale di fumatori maschi nel nostro paese, infatti, è scesa dal 65% del 1957 al 30% del 2004, mentre per le donne la percentuale è rimasta quasi invariata passando dal 35% al 27%. 

Per i più giovani si stima che la percentuale di fumatori over 15 raggiunga il 24,3 % della popolazione, pari circa a 12 milioni e 200.000 italiani, mentre i non fumatori sono il 57,6% e gli ex fumatori il 18,1%, pari rispettivamente a 29 milioni e 9 milioni di italiani (stima su popolazione residente Istat 2005).

Rispetto al numero medio di sigarette fumate ogni giorno la situazione è pressoché stabile rispetto al 2005 per i fumatori moderati (meno di 15 sigarette), per i medi fumatori (15-24 sigarette), mentre si registra una diminuzione dei forti fumatori (25 o più sigarette) di circa un punto percentuale.

La LILt continuerà come sempre la sua battaglia per migliorare ulteriormente i risultati fin qui ottenuti che saranno illustrati nel convegno del 29 maggio presso l’istituto Superiore di Sanità.

 

                                                         L’addetto stampa

 

                                                      Riccardo Gambrosier

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl