Vomero,prodotti alimentari esposti sulla pubblica via.doc

14/giu/2008 17.00.00 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori  Collinari  

Presidente:Prof. Ing. Gennaro Capodanno

“Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sueidee non valgono nulla, o non vale nulla lui“

Via Tino di Camaino, 22  - Napoli

Tel.  0815787434   - 3356664498

e-mail: gennaro.capodanno@tin.it

http://www.vivivomero.it/forum/sms_toc.htm

 

 

COMUNICATOSTAMPA

 

Vomero: prodotti alimentariesposti sulla pubblica via

Capodanno: “ Che fine hafatto l’ordinanza n. 1343 del 2006? “

 

         “ Il Vomero sembra essere unasorta di Repubblica delle banane, dove le leggi dello Stato, che altrove vengono applicate, vengono invece ignorate – esordisceGennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Peresemplificare, ci domandiamo che fine ha fatto l’ordinanza sindacale n.1343 del 10 agosto del 2006, che avrebbe dovuto finalmente eliminare la piagadell’esposizione all’aria, negli spazi adiacenti i punti vendita,di prodotti alimentari, ancorché confezionati “.

         “ Basta fare un giro per leprincipali strade del quartiere per osservare molti negozi di alimentari,specialmente fruttivendoli, che espongono tranquillamente la loro merce sullapubblica via senza che le norme che vietano la commercializzazione di questiprodotti alimentati, nocivi per la salute, venganorispettate (foto allegata) “.

         “ L’ordinanza –precisa Capodanno – afferma a chiare lettere che gli alimenti esposti conle forme o con le modalità enunciate nella premessa devono essere consideratipotenzialmente nocivi per la salute pubblica e quindi vanno immediatamentesequestrati, distrutti e/o declassati “.

         “ Ma da chi, se coloro che sonopreposti alla vigilanza per l’applicazione di tali disposizioni sindacalinon vi provvedono? – chiede Capodanno -. Peraltro in casod’inosservanza è prevista una sanzione che oscilla tra i 25 ed i 500euro. Non solo ma il reiterarsi dell’inottemperanza comporta anche lasospensione dell’attività commerciale per un giorno “.

         “ Sanzioni prosegue Capodanno -che fino ad oggi, a distanza di quasi due anni dall’entrata in vigoredell’ordinanza sindacale, al Vomero non sembra che siano state applicatecon costanza, visto che non si è riusciti a scoraggiare il grave fenomeno. Sarebbeinteressante conoscere in questi ultimi due anni quanti esercizi hanno ricevutodall’amministrazione comunale la notifica  del provvedimento sospensivodell’attività commerciale per l’inosservanza reiterata delledisposizioni emanate per la tutela della salute dei consumatori, a seguitodell’esposizione degli alimenti sulla pubblica via “.

         Capodanno sulla vicenda, chiedel’intervento immediato degli uffici preposti per rendere nei fatti concretamente operativa l’ordinanzarichiamata, suggerendo anche l’istituzione di apposite squadrette divigili urbani per i controlli necessari.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl