Comuicato Stampa

Comuicato Stampa Il "G:.O:.M:.P:.A:". veneziano ha piena fiducia nell'iniziativa del ministro veneto Luca ZAIA per risolvere i problemi della Pesca nel Mediterraneo.

18/giu/2008 17.10.00 G:.O:.M:.P:.A:. DI VENEZIA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il "G:.O:.M:.P:.A:." veneziano ha piena fiducia nell'iniziativa del ministro veneto Luca ZAIA per risolvere i problemi della Pesca nel Mediterraneo.

 

Parte da Venezia l'iniziativa comune dei Ministri europei della  Pesca.

 

Dopo l'importante incontro del ministro veneto Luca ZAIA, a Venezia,  con i ministri della Pesca dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo - Malta, Slovenia, Francia, Spagna, Grecia e Portogallo - vertice europeo che ha raccolto commenti positivi da parte dell' AGCI Agrital, della Federcoope-sca/ Confcooperative, dell'Unci Pesca e della Lega Pesca, anche il "G:.O:.M:.P:.A:." veneziano, da anni impegnato, per il tramite del suo "Sacro Priore", il N:.H:. Sandro PULIN, nelle problematiche del Mediterraneo, ha accolto positivamente i risultati del "mini" vertice europeo che puntano ad individuare una soluzione comune alla crisi del settore della Pesca, determinata dal caro carburante.

I Ministri europei per la Pesca, con le loro decisioni che saranno presto portate all'attenzione del commissario europeo BORG, in occasione del prossimo Consiglio dei ministri dell'Agricoltura e della Pesca dell'Ue, in programma a Lussemburgo il 23 e il 24 giugno, forniscono un reale sostengono alle varie Associazioni di categoria, essendo anche un punto di partenza serio per una più ampia riflessione dell'Europa in questo delicato settore che soffre sempre più della globalizzazione e dell'operato dei nuovi Paesi emergenti sulla scena mondiale.

I punti principali rimangono sicuramente: l'aumento della dotazione finanziaria del Fondo europeo per la pesca (FEP); - una stabilizzazione del prezzo del petrolio; - un aumento dei massimali per la concessione degli aiuti di Stato de minimis.

Ora tutto passa all'Unione europea, ma il "G:.O:.M:.P:.A:." si associa alla Federcoopesca nell'auspicio che i vincoli della dichiarazione del Consiglio dell'Ecofin di Manchester del 2005, che consente agli Stati membri di adottare solo misure contenute e limitate nel tempo, possano essere superati per affrontare una crisi senza precedenti, che invoca interventi straordinari e strutturali.

Convinto che le proposte sottoscritte dai ministri europei trovino, anche grazie una decisa azione del nostro ministro ZAIA, accoglimento nel Consiglio dei ministri europeo, tutto il "G:.O:.M:.P:.A:." veneziano, auspica che nella prossima manovra finanziaria venga riconfermati gli indispensabili sgravi fiscali per il settore.

 

 

G:.O:.M..P:.A:.

DI  MARGHERA

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl