ANAMMI: quando il condòmino è in vacanza

Allegati

26/giu/2008 15.10.00 ANAMMI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
QUANDO IL CONDOMINO E' IN VACANZA

Dall'antifurto ai rifiuti, i consigli dell'ANAMMI
per trascorrere un'estate tranquilla

Occhio alle prese elettriche, all'allarme anti-furto e, soprattutto, ai numeri
per le emergenze. In prossimita' delle vacanze estive, l'ANAMMI, l'Associazione
Nazional-europea degli AMMinistratori d'Immobili, ha stilato un mini-vademecum,
destinato a chi abita in condominio, per evitare di imbattersi al rientro in
sgradite sorprese.

In tal senso, l'amministratore dovra' rivolgere precise raccomandazioni ai suoi
amministrati. La prima riguarda l'elettricità. "Un classico del ritorno dalle
ferie - osserva Giuseppe Bica, presidente dell'ANAMMI - e' incappare nelle
conseguenze nefaste di un'interruzione di energia. Ecco perche' consigliamo di
staccare la corrente elettrica o, se non e' possibile, tutte le spine di
televisione, computer e telefono. Oltre ad eliminare il rischio di danni agli
impianti, infatti, le prese elettriche si sono rivelate conduttori di fulmini".
Poiche' il blocco dell'elettricità e' divenuto un fenomeno ricorrente
dell'estate italiana, l'associazione raccomanda anche di vuotare il freezer.

Attenzione ai rifiuti: dimenticare il sacchetto dell'immondizia in cucina
significa ritrovarsi, letteralmente, invasi da cattivi odori e da insetti. Un
riguardo particolare va poi dedicato all'allarme anti-furto. "La sirena che
suona all'impazzata senza motivo - sottolinea il presidente Bica - e' un
problema che si previene facilmente: basta affiggere sulla porta il numero
dell'azienda che lo ha installato, consentendo ai vicini di risolvere in fretta
il problema. Tra l'altro, e' anche un buon deterrente per i ladri". A chi sta
per partire, infine, l'ANAMMI consiglia di chiudere l'interruttore dell'acqua,
evitando cosi' il rischio di perdite indesiderate.

I consigli dell'ANAMMI sono validi anche nel caso in cui lo stesso
amministratore di condominio parta per le ferie. "Questo, pero' - afferma il
leader dell'ANAMMI - non significa dimenticare le esigenze degli immobili che
si gestiscono". In particolare, prima di partire, l'amministratore dovra'
tutelare i suoi condòmini dalla possibilita' di guasti: l'ascensore rotto, la
chiave che si spezza nel portone, la piscina condominiale con problemi di
depurazione. Per gli abitanti del condominio, sara' quindi stilata una
comunicazione ad hoc con la lista delle aziende e dei professionisti cui, di
norma, ci si rivolge per le riparazioni e la manutenzione, con i relativi
recapiti. Nella stessa lista ci saranno anche i "numeri utili", come quello dei
vigili del fuoco.

L'immobile che può contare sulla presenza di un portiere avra', ovviamente,
difficolta' minori ad affrontare l'emergenza estiva. "Sarà l'addetto alla
portineria, in quel caso, ad interpellare le ditte interessate, basandosi sullo
stesso elenco dell'amministratore", precisa Bica. Al riguardo, l'ANAMMI ha
istituito il PIC - Pronto Intervento Condominale. Tale servizio, fruibile dagli
amministratori associati e dai loro condòmini grazie ad una semplice
telefonata, permette di risolvere in tempi brevi le emergenze tipiche del
periodo delle ferie. Se invece, conclude il presidente
dell'ANAMMI, "l'amministratore lavora in uno studio professionale, potra'
fornire un suo referente temporaneo".

Ufficio stampa: Silvia Cerioli,
tel. 0655272323 - cell. 3387991367
















































blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl