Lettera aperta al Ministro Brunetta.doc

02/lug/2008 22.30.00 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori  Collinari  

Presidente: Prof. Ing.Gennaro Capodanno

Via Tino di Camaino, 22  Napoli

Tel.  0815787434   - 3392384648

e-mail: gennarocapodanno@gmail.com

 

 

 

LETTERA APERTA ALMINISTRO BRUNETTA

 

   MinistroBrunetta: sopprima i tanti, troppi Enti previdenziali!

INPDAP: Consiglierid’amministrazione retribuiti,  consulenti e co.co.co.

 

    GentileMinistro Brunetta,

 

in questi giorni lei sta intraprendendo l’ennesima crociata perrendere la vita più semplice ai pensionati, costretti oggi oltre che aperegrinare tra i vari uffici dell’Ente preposto, nel tentativo di avereinformazioni o portare a buon fine le loro pratiche, anche a lunghe file pressobanche o uffici postali per ritirare pensioni, in molti casi, da fame, che nonconsentono a molti neppure di arrivare alla seconda settimana di sopravvivenza.Con molta franchezza: questo è un problema, ma non è “il problema”. Si prodighi anche e principalmente, invece,per porre in atto un vecchio agognato progetto che farebbe risparmiare tanti soldini,consentendo così di aumentare, e non di poco, le pensioni, apartire da quelle più basse. L’Italia, che mi risulti, èl’unico paese, che ha una pletora di istitutiprevidenziali e assistenziali: Inps, Inpdap, Inail, Ipost, Enplals, Ipsema. A cosa servono tanti enti, che, come si vociferava,per ultimo in occasione della Finanziaria 2007, sarebberodovuti confluire in un solo megaistituto, lo sappiamo da sempre. Bastaandare a vedere chi sono i personaggi che siedono ai loro vertici, parlo diconsigli di amministrazione, di organi di vigilanza, ea quante persone vengono elargite prebende di decine e decine di migliaia dieuro all’anno per incarichi dirigenziali e per consulenze. Sì proprioquelle consulenze nei confronti delle quali Ella haintrapreso, almeno per portarle a conoscenza dei cittadini, una grandebattaglia, sinora solo parzialmente riuscita, di trasparenza. Vengo al casoconcreto. Io sono pensionato da pochi mesi e quale ex docente nelle scuolepubbliche, l’INPDAP, per oltre 39 anni di servizio utile, mi hariconosciuto una pensione di meno di 26 euro all’anno,lordi, s’intende. Orbene sul sito internet dell’INPDAP , nel rispetto delle disposizioni contenute nella legge 296del 2006 - comma 593 dell’art. 1 – è stato pubblicato, aggiornatoal 2008, l’elenco degli incarichi e dei compensi sia dei consulenti, sia dicoloro che hanno un contratto di collaborazione coordinata e continuativa ( co.co.co. ) sia dei consiglieri del consiglio di amministrazionecon incarichi istituzionali retribuiti. Tra questi ultimi spicca il nome di dueconsiglieri, miei concittadini, che, rispettivamente, quali presidente e componente del “ comitato pensioni privilegiate“ percepiscono un compenso annuo di oltre settemila euro ed un gettone dipresenza per ogni seduta di € 52,71. Sempre napoletano è uno deiconsulenti dell’INPDAP, con un incarico che gli frutterà nel periodo dal1° maggio 2007 al 31 luglio 2009, ben 75.600,00 euro all’anno,in pratica tre volte circa la mia attuale pensione annua. Ed infine, ancoranapoletano, il destinatario di un contratto di collaborazione coordinata econtinuativa, il quale percepirà per tre anni, dall’8 novembre 2007all’8 novembre 2010, ben 37.185,30 euro all’anno.Ma la schiera dei beneficiari è molto più folta con incarichi che arrivano asuperare anche i duecentomila euro all’anno. Analoghesituazioni si potrebbero riscontrare anche negli altri Entiprevidenziali oggi esistenti in Italia. Ecco perché, caro ministroBrunetta, stufi e stanchi di quest’andazzo, noipensionati, certamente contenti del fatto che Ella sipreoccupi di renderci, per così dire, la vita più facile, lo saremmo ancora dipiù se si adoperasse fattivamente affinché venissero incrementate le nostremagre entrate, eliminando i tanti sprechi. Questo risultato si può raggiungere soloincamminandosi lungo la strada indicata. Sopprimendo, una volta e per sempre, sopprimendo unavoltedicatate contenti del fatto che Ella si preoccupi di renderciucia in lei esiamo certi che non ci deluder i tanti Enti previdenziali edassistenziali oggi esistenti, e sostituendoli con un solo Ente, con un precisocontrollo su tutti gli incarichi assegnati, ridotti al minimo indispensabile,eliminando così il dispendio di risorse delle pubbliche finanze dovutoall’esistenza di una sfilza di tante sigle che appaiono  del tutto pletoriche. Ci vorrà molto coraggioe troverà tantissime resistenze ma noi pensionatiabbiamo fiducia in lei, e siamo certi che non ci deluderà.

 

         Con viva cordialità.

 

Gennaro Capodanno

 

 

 

 

 

Allegato: Elenco ufficiale incarichi e compensi– aggiornato al 2008 – indicati sul seguente indirizzo internetdell’INPDAP:

 

http://www.inpdap.gov.it/webinternet/istituto/IncarichiCompensi.asp

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl