COMUNICATO STAMPA CARITAS-FOCSIV

COMUNICATO STAMPA CARITAS-FOCSIV COMUNICATO STAMPA FOCSIV E CARITAS ITALIANA AI LEADER DEL G8: PIU' RISORSE AI PAESI IN VIA DI SVILUPPO PER AFFRONTARE I CAMBIAMENTI CLIMATICI Roma, 4 luglio 2008.

04/lug/2008 14.20.00 Volontari nel mondo - Focsiv Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

COMUNICATO STAMPA

 

FOCSIV E CARITAS ITALIANA AI LEADER DEL G8 : PIU’ RISORSE AI PAESI IN VIA DI SVILUPPO PER AFFRONTARE I CAMBIAMENTI CLIMATICI

 

Roma, 4 luglio 2008. In vista del G8 che si terrà in Giappone dal 7 al 9 luglio prossimo la CIDSE (International Cooperation for Development and Solidarity) e Caritas Internationalis hanno redatto un documento per ricordare ai leader delle nazioni che parteciperanno le promesse fatte nel corso dei passati summit in merito alla fornitura di risorse e all’approvazione delle politiche necessarie per dimezzare la povertà globale.  In particolare nel testo si sottolineano le ulteriori sfide poste dai cambiamenti climatici e la necessità che i governi donatori assicurino l’aggiunta di risorse per aiutare i paesi in via di sviluppo ad adattarsi a questi cambiamenti.

 

Il documento, a cui hanno contribuito anche Volontari nel mondo FOCSIV e Caritas Italiana, è in sintonia con la lettera indirizzata ai leader politici proprio in vista del summit di luglio sottoscritta dai presidenti delle Conferenze episcopali degli otto Stati (tra cui il presidente della Cei, il cardinale Angelo Bagnasco) che fanno parte del “club” dei Paesi industrializzati.

 

“Con questo documento - spiega monsignor Vittorio Nozza, direttore di Caritas Italiana - vogliamo porre l’attenzione su un fatto inquietante e poco considerato: a subire le conseguenze dei cambiamenti climatici, che si manifestano quotidianamente a ogni latitudine e longitudine, sono soprattutto i poveri. La questione ambientale è anche legata in modo crescente al rischio di nuove guerre: gli sconvolgimenti del clima e l’accesso alle risorse naturali non rinnovabili sono causa di conflitti sempre più frequenti, ma sovente dimenticati. La dignità umana viene messa in discussione da politiche incapaci di perseguire il bene comune per ‘tutti gli uomini e per tutto l’uomo’. Occorre, anche in questo campo, educare a un nuovo senso di solidarietà e di rispetto dei diritti umani”.

 

“Una ulteriore cancellazione del debito e un accordo internazionale in merito ad una struttura per i prestiti responsabili potrebbero essere un passo avanti verso quella coerenza delle politiche a livello globale necessaria per dimezzare la povertà estrema e la fame secondo lo schema degli otto Obiettivi del Millennio (MDGs) - dichiara Sergio Marelli, Direttore Generale di Volontari nel mondo FOCSIV -. Nel 2005, infatti, l’Unione Europea  si impegnò a raggiungere collettivamente lo 0,56% del Prodotto Interno Lordo (PIL) entro il 2010 e lo 0,70% entro il 2015. Siamo nel 2008 e la percentuale raggiunta è solo quella dello 0,20. Un dato che si commenta da solo”.

 

 

Ufficio stampa Volontari nel mondo - FOCSIV

Tel. 066877796, 066877867- Fax 06 6872373; Cell. 338.3032216

E-mail: ufficiostampa@focsiv.it

 

Ufficio stampa Caritas Italiana

Tel. 0666177503, 0666177227 - Cell. 348.3979979

E-mail: strumentieditoriali@caritasitaliana.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl