Italia. Ragioni dell'in/dipendenza (giugno 2008)

12/lug/2008 12.49.00 indipendenza Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Italia. Ragioni dell’in/dipendenza (giugno 2008)

sul sito www.rivistaindipendenza.org

http://indipendenza.lightbb.com/index.htm

info@rivistaindipendenza.org

 

· Crisi economica e sociale in Italia: dal rapporto Istat agli stipendi / salari, dalla "Robin tax" all’accordo con le banche sui mutui, eccetera. Si parte da "economia" e "politica economica" (8 e 19 giugno) per poi necessariamente collegarsi al 12, al 22 e al 25 giugno ("politica economica") e parlare di Banca Centrale Europea per meglio comprendere il pesantissimo grado di interferenza e condizionamento subìto anche dal nostro paese. Un’occhiata non sarebbe malvagio portarla alla voce "politica interna" (2 giugno) ed "economia" (22 e 23 giugno) per le connessioni tra inflazione, prezzo del petrolio, speculazione finanziaria e finanza USA. In questo quadro, la dice lunga quanto si può leggere a "finanza" (1 giugno): se lo dicono anche loro... Infine, in "politica economica" (27 giugno), critiche "da destra" ai provvedimenti economici del governo Berlusconi.

 

· Strettamente relazionato con quanto sopra, e per gli ulteriori effetti (nefasti) per cui è stato pensato, è importante vedere la voce "Trattato Europeo" (1, 13 e 26 giugno). Al di là delle cosine dette, sarà necessario alzare il livello dell’informazione e della presa di coscienza, preliminari ad un’indispensabile lotta di affrancamento.

 

· Ed ora sulla dipendenza / occupazione militare del territorio italiano. Partiamo con la Base USA "Dal Molin" (Vicenza). Carrellata di notizie al 20 e al 30 giugno. Val la pena notare complicità e connivenze che si consumano ai danni di territorio e popolazioni locali, che riflettono a titolo esemplificativo le ripercussioni su scala nazionale del grado di colonizzazione del nostro paese. Dal centrosinistra al centrodestra, da nord a sud -nello specifico Base NATO di Sigonella (nei pressi di Catania - Sicilia)- la musica non cambia (14 giugno). Non irrilevante, in questo quadro, la questione del nucleare nel nostro paese (21 giugno). Quindi una serie di notizie su NATO-USA e l’Italia: taglio delle spese sociali ed aumento di quelle militari (2 giugno), dichiarazioni su La Repubblica del generale Mini (2 giugno) e Afghanistan (18 giugno). Infine, assolutamente non secondaria, una chicchetta pressoché silenziata sui grandi mezzi di comunicazione: cfr. politica interna / Iran (11 giugno).

 

· Si fa un gran parlare di crisi alimentare. Per Ian Angus c’è abbondanza, non scarsità di cibo. Ma c’è chi muore per fame. Per ragioni speculative ad ampio raggio (geopolitiche, economiche, finanziarie, ecc.). Chi fa retorica sulla fame nel mondo, tace al riguardo e tantomeno invita ad azioni e politiche conseguenti. Angus imputa principalmente alla promozione degli interessi del capitalismo agro-alimentare a dominanza USA le cause della attuale cosiddetta "crisi alimentare" (cfr. sovranità alimentare 3 giugno): speculazione finanziaria, interessi delle multinazionali agro-alimentari, liberalizzazione degli scambi e promozione degli OGM. Tesi sostenute, con interessanti integrazioni, anche da Jean Ziegler, membro della commissione del consiglio consultivo ONU per i diritti umani. A proposito di Organismi Geneticamente Modificati (OGM): entrano nelle nostre case grazie all’Unione Europea e su pressioni USA. Come? per restare ai giorni nostri, si può partire da una dichiarazione di Barroso, presidente della Commissione Europea e alle reazioni che ne sono seguite (OGM 1 giugno). Poi val la pena prestare occhio agli orientamenti della Politica Agricola Comune a partire dal 2000 con effetti che rischiano di concretarsi anche nelle nostre lande (UE / Sovranità alimentare 6 giugno). Non sarebbe male, quindi, spulciare alla voce sovranità alimentare (20 giugno) per la produzione degli agro-combustibili, che ha un peso «significativo» nell’impennata globale dei prezzi del generi alimentari. Questa produzione è sostenuta anche dall’Unione Europea sulla scia degli interessi preminenti degli USA che mirano al controllo della produzione alimentare del pianeta e alla diffusione degli OGM. A completamento della carrellata di notizie, qualcosa su grande industria e piccole aziende agricole (sovranità alimentare 10 giugno).

 

Sparse ma significative:

· Orario di lavoro e Consiglio Europeo. Con l’Europa si ritorna indietro di secoli. Cfr. Lavoro 10 giugno.

· Sul nuovo capo dei servizi segreti italiani, Gianni De Gennaro. Cfr. Interni 16 giugno.

· Come si intrecciano gli interessi economici dell’industria dei farmaci e quelli di una categoria professionale (gli psichiatri). Cfr. Sanità 3 giugno.

· Strage di Bologna e caso Moro, secondo Ilich Ramirez Sanchez "Carlos". Cfr. Interni 29 giugno.

· Schedare chi viaggia: stato di polizia USA anche all’estero. Cfr. USA / Europa / Italia 28 giugno.

 

Saluti

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl