Comunicato stampa - Convegno Camera dei Deputati

Comunicato stampa - Convegno Camera dei Deputati Comunicato stampa Associazione "Amici della Romania" - Convegno sulla sicurezza pubblica a Roma Sarà costituito il gruppo interparlamentare di amicizia Italia - Romania L' on.

15/lug/2008 19.49.00 Associazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comunicato stampa Associazione  “Amici della Romania” - Convegno sulla sicurezza pubblica a Roma

 

Sarà costituito il gruppo interparlamentare di amicizia Italia - Romania

L’ on. Guido Melis (PD) chiederà in un ODG presentato alla Camera il diritto effettivo di voto per i romeni residenti in Italia

 

Martedì, 15 luglio, ha avuto luogo a Roma, presso l’Aula del Refettorio della Camera dei Deputati della Repubblica Italiana, il convegno intitolato: “I romeni in Italia tra sicurezza ed integrazione”.

 

Il Convegno è stato organizzato dall’Associazione “Amici della Romania” in collaborazione col Partito Identità Romena ed è stato introdotto e coordinato dalla Presidente dell’Associazione “Amici della Romania”, dott. Alina Harja.

Sono intervenuti: l’on. Guido Melis (PD), l’on. Alessio Bonciani (PdL), l’on. Fabrizio Santori - presidente della Commissione Sicurezza del Comune di Roma, Massimo Converso - presidente dell’Opera Nomadi, l’attrice Ramona Badescu, Mauro Cascio - scrittore e filosofo, vice-presidente dell’Associazione “Amici della Romania”, l’avv. Giancarlo Germani - Presidente del PIR, Miruna Cajvaneanu giornalista della “Gazeta Romanesca”, Laura Vasii - presidente dell’Associazione “Dacia Felix”, Iosif Ovidiu Gal - Presidente del G.A.L. (Gruppo Associativo Lavoratori Romeni in Italia), Giancarlo Guerra del’Associazione “Ovidius” e Valeriu Vasiliu, responsabile PIR in Toscana.

Da parte delle autorità romene erano presenti il console Cosmin Dumitrescu, Radu Horumba  (primo collaboratore, ministro consigliere dell’Ambasciata), Georgeta Badila (vicequestore aggiunto) e Maria Artene (responsabile dell’Ufficio stampa dell’Ambasciata).

 

Il convegno ha avuto come punto di partenza il dibattito alla Camera sul decreto sicurezza nell’imminenza del voto sulla fiducia (avvenuto nel pomeriggio dello stesso giorno 15).

 

L’on. Alessio Bonciani (PdL) ha espresso il suo parere favorevole sul “pacchetto sicurezza” ed ha definito un grande errore chiamare “leggi razziali” le norme approvate con il decreto emendato, esse essendo solo “norme di un’importanza elementare per i cittadini, compresi gli immigranti”.

Per ciò che riguarda l’argomento molto discusso delle impronte digitali dei bambini rom, Bonciani ha dichiarato che le operazioni di rilevamento delle impronte  non sono indirizzate contro gli immigranti, ma che “è una misura supplementare per tutelare gli interessi dei minori non-identificati”.

 

L’on. Guido Melis (PD) ha annunciato la costituzione di un gruppo interparlamentare di amicizia Italia-Romania e la presentazione di un ODG al decreto sicurezza nel quale si chiede tra l’altro la semplificazione delle procedure burocratiche per ottenere i titoli di soggiorno per i romeni, nonché il diritto di voto effettivo dei romeni residenti in Italia alle elezioni amministrative ed europee in base al modello spagnolo.

Secondo Melis il decreto sicurezza ha almeno tre punti di incongruenza con le normative europee, il primo dei quali è il fatto che con le nuove norme, che non fanno distinzione tra cittadini extra-comunitari e comunitari,  vengono violate precise disposizioni UE. Non basta aver subito una condanna penale per subire l’espulsione, essendo necessario secondo le norme UE uno specifico accertamento da parte del giudice dell’effettiva pericolosità del soggetto da espellere. Melis ha anche insistito sull’articolo della legge che considera un aggravante il fatto di permanere i

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl