Area ex Gasometro, scendono in campo i residenti.doc

Gennaro Capodanno Via Tino di Camaino, 22 - Napoli Tel. 0815787434 - 3392384648 e-mail: gennaro.capodanno@tin.it www.vivivomero.it/forum/wwwboard.html COMUNICATOSTAMPA Area ex Gasometro, scendono incampo i residenti Capodanno:" Occorresuperare l'attuale stato d'impasse " Gennaro Capodanno, presidente delComitato Valori collinari, già presidente della circoscrizione Vomero, haricevuto in questi giorni copia della lettera che un nutrito gruppo diresidenti della zona hanno inoltrato al sindaco e all'assessoreall'ambiente del Comune di Napoli per conoscere il destinodell'area dell'ex gasometro, posta tra viale Raffaello e salita Cacciottoli.

27/lug/2008 13.49.00 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori  Collinari  

Presidente:Prof. Ing. Gennaro Capodanno

Via Tino di Camaino, 22  Napoli

Tel.  0815787434   - 3392384648

e-mail: gennaro.capodanno@tin.it

www.vivivomero.it/forum/wwwboard.html

 

 

 

 

COMUNICATOSTAMPA

 

 

Area ex Gasometro, scendono incampo i residenti

Capodanno:“ Occorresuperare l’attuale stato d’impasse ”

 

            Gennaro Capodanno, presidente delComitato Valori collinari, già presidente della circoscrizione Vomero, haricevuto in questi giorni copia della lettera che un nutrito gruppo diresidenti della zona hanno inoltrato al sindaco e all’assessoreall’ambiente del Comune di Napoli per conoscere il destinodell’area dell’ex gasometro, posta tra viale Raffaello e salita Cacciottoli. “ Otto anni d’attese, oltre duemilionidi euro finanziati e del parco agricolo urbano, allostato, restano solo le cartografie pubblicate sul sito internet del Comune diNapoli  - afferma Capodanno -. Si tratta solodi difficoltà di carattere burocratico, come ha cercato di spiegare in varieoccasioni l’amministrazione comunale o di ritardi nel porre in atto iprovvedimenti idonei e necessari per la realizzazionedell’opera pubblica? I cittadini hanno a questo punto diritto di avereuna risposta chiara e precisa “ .

Stando aquanto denunciano i residenti nella lettera la vegetazione in tale areanegli ultimi tempi è cresciuta a dismisura tanto da oscurare balconi e finestre dei primipiani degli edifici circostanti, privandoli di luce e aria. Inoltre il suolo,arricchitosi di fogliame, di erbacce, di arbusti, disterpaglie, è divenuto ricettacolo di immondizie, rifugio di grossi ratti, eperfino di serpenti, in particolare di pericolose vipere. Infine, con il caldoafoso che imperversa, gli abitanti sono costretti a tenere le imposte dibalconi e finestre chiuse a causa di nugoli di zanzare che infestano la zonaper l'aggravarsi degli inconvenienti.

Ricordano,nella missiva, la gioia degli abitanti circostanti nel vedere, nel febbraioscorso, una squadra di operai comunali issare susolidi pali un tabellone con la scritta " Comune di Napoli - DipartimentoAmbiente - Servizio realizzazione parchi - Riqualificazione ex areagasometro." Gioia, affermano, durata solo qualche settimana poiché glioperai, dopo aver iniziato a tagliare tutti i rovi e l'erbacceche coprivano le belle essenze arboree, in larga parte rovinate da annid'incuria, sono spariti e quindi più nulla.   

“Difatti – ricorda Capodanno –, il 28 maggio scorso i tecnicicomunali hanno dovuto rimuovere cartelli e catene che chiudevano il passo,riconsegnando l’area al proprietario, in applicazione alla sentenza delTAR Campania, che aveva annullato l’occupazione temporanea d’urgenzadel suolo interessato, effettuatadall’amministrazione comunale il 17 dicembre 2007. Un’area vincolata,per la quale, dopo una serie di battaglie di cittadini ed associazioni, ilComune di Napoli elaborò una variante per un progetto di riqualificazione,approvata con deliberazione consiliare n. 44/2001 edeliberazione di Giunta comunale n. 2365/2002. Successivamentecon decreto del Presidente della Giunta regionale della Campania n. 529 del 24settembre 2004 tale variante era stata approvata anche dalla Regione Campania“.

         “ A questo punto ci chiediamo, vistoil silenzio calato sull’intera vicenda, se l’amministrazionecomunale ha ancora intenzione di realizzare il progetto del parco agricolo -  continua Capodanno -.E se non sia il caso, laddove questa volontà, come auspichiamo, ci sia ancora, interessaretutti gli uffici competenti per cercare di superare lo stato d’impasseche si è venuto di fatto a creare, così da garantirein tempi brevi l’inizio dei lavori per la realizzazione del parco “

         “ Per questo – conclude Capodanno - chiediamo che su questa vicenda venganopromosse tutte le iniziative del caso, tese a mettere la parola fine alla lungabattaglia che nelle aule giudiziarie vede ancora oggi contrappostil’amministrazione comunale e l’attuale proprietario dell’area,con notevoli ripercussioni sulla vivibilità della zona, così come denunciatodai residenti “.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl