No alle ronde contro i teppisti al Vomero.doc

0815787434 - 3392384648 e-mail: gennaro.capodanno@tin.it COMUNICATO STAMPA No alle ronde contro i teppisti al Vomero Capodanno: " Potenziare la presenza delle forze dell'ordine " Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, nel rilanciare l'ennesimo allarme contro la delinquenza ed il teppismo, che ha invaso il quartiere collinare, con l'ultimo grave episodio del tiro al bersaglio sui passanti in piazza Fuga, si dichiara decisamente contrario alle ronde.

Allegati

28/ago/2008 16.40.43 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori  Collinari  

Presidente: Prof. Ing. Gennaro Capodanno

Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui“

Via Tino di Camaino, 22  -  Napoli

Tel..  0815787434   - 3392384648

e-mail: gennaro.capodanno@tin.it

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

No alle ronde contro i teppisti al Vomero

Capodanno: “ Potenziare la presenza delle forze dell’ordine “

 

 

            Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, nel rilanciare l’ennesimo allarme contro la delinquenza ed il teppismo, che ha invaso il quartiere collinare, con l’ultimo grave episodio del tiro al bersaglio sui passanti in piazza Fuga, si dichiara decisamente contrario alle ronde. “ Sbaglia chi pensa di far fronte a questi fenomeni con trovate che hanno il sapore di mero folklore – ha affermato Capodanno – così come sbaglia chi vuole fare sottili distinzioni tra la microdelinquenza e delinquenza organizzata. Sono due aspetti dello stesso fenomeno che vanno combattuti con la stessa determinazione, utilizzando tutte le forze e le risorse disponibili. La sicurezza dei cittadini è un affare troppo serio e non servono inutili quanto fantasiose provocazioni né “ i giustizieri della notte “. I fenomeni delinquenziali stanno subendo nell’area collinare, negli ultimi tempo, un escalation impressionante mettendo a repentaglio costantemente la sicurezza ma anche la pazienza dei vomeresi. E con la ripresa delle attività e delle scuole a settembre la situazione non potrà che peggiorare. I dati sulle denunce non sempre danno l’esatta dimensione del fenomeno in quanto i napoletani non manifestano eccessiva fiducia nelle istituzioni e, sovente, sbagliando, non perdono neppure più tempo a denunciare l’accaduto “.

“ Al Vomero si vive in uno stato di continua e quotidiana tensione con l’aggravante che, da un poco di tempo a questa parte, e non solo per il fatto che siamo ancora in periodo estivo, si nota una minore presenza delle forze dell’ordine – denuncia Capodanno -. Il poliziotto di quartiere ed il carabiniere di prossimità sono figure che oramai esistono solo sulla carta. Il quartiere appare abbandonato, nelle mani di delinquenti piccoli e grandi, specialmente nel lasso di tempo che va dalle 13,30 alle 16,30 quando non è in servizio anche quella manciata di vigili urbani che, se escludiamo il mese di agosto nel quale sono scomparsi anche loro, prestano servizio per la viabilità “.

“ A dimostrazione i recenti fatti di cronaca nera che riguardano il quartiere collinare della Città, come appunto la denuncia degli abitanti di piazza Fuga  – precisa Capodanno -. Intanto la videosorveglianza non decolla. Benché non siano noti i motivi, vale a dire se dipenda da errori di progettazione del sistema o dal fatto che la ditta installatrice non sia stata pagata, un dato appare certo: le circa 30 telecamere installate nelle strade del quartiere non sono mai entrate in funzione “.

 

         “ Per questo lanciamo l’ennesimo appello al ministro Maroni che, affinché voglia anche rivedere una volta e per sempre il patto per la sicurezza sottoscritto nella precedente legislatura, evitando, tra l’altro, la paventata chiusura del Commissariato di P.S., posto in via Ruoppolo – conclude Capodanno -. Ci auguriamo che, anche alla luce dei gravi recenti episodi di cronaca nera tutte le autorità competenti vogliano sostenere questa necessità, pure potenziando la presenza delle forze dell’ordine sul territorio, alla quale va aggiunta quella dell’esercito, e non solo nell’isola pedonale di via Scarlatti “.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl