No alla decurtazione dei punti per i trasgressori.doc

Gennaro Capodanno "Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui" Via Tino di Camaino, 22 - Napoli Tel..

22/ago/2008 11.02.31 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori  Collinari  

Presidente: Prof. Ing. Gennaro Capodanno

Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui“

Via Tino di Camaino, 22  -  Napoli

Tel..  0815787434   - 3392384648

e-mail: gennarocapodanno@gmail.com

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

No alla decurtazione dei punti per i trasgressori

Capodanno: “ In materia di smog paghiamo l’incapacità di chi ci amministra “

 

         “ Sono decisamente contrario alla proposta dell’assessore all’ambiente del Comune di Napoli di decurtare punti sulla patente a chi non rispetta i divieti antismog – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Non si può far pagare agli automobilisti napoletani l’incapacità dell’amministrazione comunale di varare un piano per la traffico cittadino degno di questo nome, che tenga in considerazione la presenza costante e continua, da diversi lustri a questa parte, di perenni cantieri che sottraggono alla viabilità importante arterie di collegamento “.

         “ Possiamo già immaginare, tanto per esemplificare, cosa accadrà da lunedì prossimo con una città spaccata in due per la presenza del cantiere in via Aniello Falcone ( foto allegata )  – prosegue Capodanno -. Sia nell’area collinare che nel centro cittadino si rischierà quotidianamente lo sforamento dei limiti imposti dalla legge per i fattori inquinanti con la conseguente necessità di varare provvedimenti per il blocco del traffico per motivi sanitari “.

         “ Piuttosto perché non si provvede come richiesto da tempo a varare nuove aree a traffico limitato, a partire proprio dal quartiere Vomero, uno dei più inquinati d’Italia per quanto riguarda il livello delle polveri sottili – chiede Capodanno -? E perché non si provvede a realizzare un sistema di parcheggi di destinazione, partendo proprio da quello atteso da oltre un quarto di secolo da allocare sotto i viadotti della tangenziale in via Cilea, al fine di drenare i flussi di auto nelle strade cittadine? “.

         “ Domande che attendono risposte da tempo – conclude Capodanno -. Prevenire è meglio che curare afferma un vecchio e saggio adagio, laddove invece l’attuale amministrazione comunale preferisce curare senza fare prevenzione, e la cura e sempre e soltanto a sfavore di coloro, come gli automobilisti partenopei, specialmente delle fasce meno abbienti, che, pur pagando onerosi balzelli, sono costretti poi a lasciare un giorno sì e l’altro pure, per i troppo frequenti ricorsi a provvedimenti limitati del traffico veicolare, l’auto in garage, sovente senza valide e comode alternative per raggiungere il posto di lavoro “.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl