I parcheggiatori abusivi scrivono a Gesù e Capodanno si rivolge al Padre Eterno.doc

I parcheggiatori abusivi scrivono a Gesù e Capodanno si rivolge al Padre Eterno.doc Comitato Valori Collinari Presidente: Prof.

02/ott/2008 10.33.04 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori  Collinari  

Presidente: Prof. Ing. Gennaro Capodanno

Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui“

Via Tino di Camaino, 22  -  Napoli

Tel..  0815787434   - 3392384648

e-mail: gennarocapodanno@gmail.com

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

Napoli: i parcheggiatori abusivi scrivono a Gesù

Capodanno: “ Ed io mi rivolgo al Padre Eterno “

 

         “ Caro Padre Eterno, i parcheggiatori abusivi di Napoli si sono rivolti a tuo figlio Gesù pregandolo di aiutarli nel perseverare a tartassare noi poveri automobilisti napoletani, io mi rivolgo a te perché invece continui a dare la forza e lo sprone ai vigili urbani per portare avanti con costanza e pervicacia  la battaglia da loro intrapresa in questi giorni, facendo sì che queste figure, simbolo d’illegalità diffusa, scompaiano una volta e per sempre dalle strade della Città “. E questa la risposta di Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, alla lettera fatta pervenire al comandante dei vigili urbani dai parcheggiatori abusivi napoletani.

         “ Capisco anche perché non si sono rivolti a San Gennaro, come abitualmente fanno i napoletani, per chiedergli il “miracolo” – continua Capodanno -. Sanno che difficilmente li favorirebbe, conoscendo anche i meccanismi con i quali da lustri prelevano denaro dalle tasche degli automobilisti partenopei, costretti a pagare due volte, sia per il ticket nelle strisce blu, che si sono diffuse a macchia d’olio in Città, sia per la “tassa” al parcheggiatore abusivo. Il che nell’attuale periodo di crisi economica non è certamente cosa da poco “.

         “ Inoltre proprio sotto al cippo del Santo Patrono di Napoli, in via S. Gennaro ad Antignano, nel quartiere Vomero, laddove si ricorda che avvenne la prima liquefazione del sangue del santo – prosegue Capodanno – è stato piazzato un cassonetto, pieno d’immondizia, spostato dal sito assegnatogli, per far posto alle auto in sosta vietata, in una zona dove da anni sono presenti proprio i parcheggiatori abusivi “.

         “ Liberaci una volta e per sempre da questa piaga – conclude Capodanno – che, peraltro, pare, che rappresenti uno dei tanti filoni attraverso i quali viene foraggiata la malavita organizzata. L’unico aiuto che possiamo chiederti per questi signori è quello di trovargli un lavoro onesto, col quale possano sostenere le loro famiglie, smettendola di vivere sulle spalle degli automobilisti napoletani “.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl