Ancora ritardi per gli orologi dell'ora unica.doc

03/ott/2008 17.11.32 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori  Collinari  

Presidente: Prof. Ing. Gennaro Capodanno

Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui“

Via Tino di Camaino, 22  -  Napoli

Tel..  0815787434   - 3392384648

e-mail: gennarocapodanno@gmail.com

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

Ancora ritardi per gli orologi “ dell’ora unica “

Capodanno: “ Per i primi quattro appuntamento rinviato al 16 ottobre “

 

 

         “ Ancora un’attesa, seppur non lunga, per rivedere in funzione gli orologi dell’ “ora unica” – esordisce Gennaro Capodanno - . I primi quattro dovevano essere ricollocati entro la fine  di settembre. Invece con nota n. 3812 del 30 settembre scorso l’ATI, costituita dall’ACEA, dalla Graded e dalla Alfano, alla quale è stata affidata la manutenzione straordinaria dei manufatti, ha fatto sapere che ha completato il restauro dei sostegni in ghisa dei primi quattro orologi, nel mentre è in fase di consegna la parte elettromeccanica. Pertanto la nuova data a partire dalla quale, una volta che sarà verificato il corretto funzionamento dell’apparato e la sincronizzazione dell’ora, si procederà alla reinstallazione degli orologi sul territorio cittadino, viene fissata al prossimo 16 ottobre. Nella nota si ribadisce che entro la fine del mese di novembre torneranno, comunque, al loro posto tutti gli orologi storici di Napoli, compreso naturalmente quello di piazza Vanvitelli ( foto allegata ). Impianti che a gennaio scorso furono rimossi per essere ripristinati dopo anni di abbandono, durante i quali le lancette erano rimaste per lo più ferme “.

         “ Questi orologi – ricorda Capodanno -, 40 in tutto quando videro la luce oltre 80 anni or sono, ridottisi ad 11 dopo l’ultima guerra, denominati “ Impianti dall’ora unica “ per il fatto che segnavano sincronicamente la stessa ora in tutti i punti nei quali erano dislocati, erano stati installati dall’Ente Autonomo Volturno, su disegno dell’ing. Ventura e con la fusione delle colonne in ghisa eseguita dalla fonderia di Capodimonte di Enrico Treichler – continua Capodanno -. Ciascuno di essi aveva una propria illuminazione particolare intorno ai quadranti, sicché era possibile leggere l’ora anche a notte inoltrata “.

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl