Napoli,crociata contro la pubblicità abusiva.Assente l'assessore competente..doc

Da piazza degli Artisti a piazza Vanvitelli, da via Scarlatti a via Luca Giordano si assiste ad un imbrattamento totale, effettuato anche in pieno giorno, indegno di un paese cosiddetto civile.

09/ott/2008 16.48.36 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori  Collinari  

Presidente: Prof. Ing. Gennaro Capodanno

Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui“

Via Tino di Camaino, 22  -  Napoli

Tel..  0815787434   - 3392384648

e-mail: gennarocapodanno@gmail.com

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

Napoli: Crociata contro la pubblicità abusiva

Capodanno: “ Assessore all’arredo urbano: se ci sei batti un colpo! “

 

         Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, intraprende l’ennesima battaglia contro lo stato di degrado e di abbandono nel quale versano le strade e le piazze del Vomero, quartiere cosiddetto “bene” di Napoli. Nel mirino dell’ex presidente della Circoscrizione finiscono questa volta le locandine ed i manifesti abusivi attaccati, a centinaia, sulle paline della segnaletica stradale e sui supporti degli impianti della pubblica illuminazione.

         “ Non c’è palina o palo della luce che si salvi – afferma Capodanno -. Imbrattate anche le postazioni telefoniche. Abbiamo realizzato una ricca documentazione fotografica in questi giorni ( foto in parte allegate ), che mettiamo a disposizione delle autorità competenti e della magistratura. Da piazza degli Artisti a piazza Vanvitelli, da via Scarlatti a via Luca Giordano si assiste ad un imbrattamento totale, effettuato anche in pieno giorno, indegno di un paese cosiddetto civile. Il tutto senza che le autorità competenti muovano un dito per ristabilire la legalità, sia attraverso un’azione preventiva sia attraverso la defissone dei manifesti e delle locandine abusive, perseguendo i responsabili con le sanzioni previste dall’art. 639 del codice penale “.

         “ Anzi – propone Capodanno – sarebbe auspicabile che il legislatore provvedesse a modificare tale norma, estendendo la reclusione fino ad un anno, oltre che ai casi di imbrattamento su cose d’interesse storico o artistico anche alle situazioni, come quella denunciata, che creano pregiudizio al decoro urbano “.

         “ A tale proposito ci domandiamo che fine ha fatto l’assessore al decoro ed arredo urbano del Comune di Napoli, nominato nell’ultimo rimpasto dalla sindaca Iervolino – prosegue Capodanno -, visto che nessuna iniziativa ci risulta essere stata posta in campo dal suddetto per arginare ed eliminare questo stato di cose, che dura da  tempo immemore ma che negli ultimi tempo ha subito una notevole impennata “.

         “ Assessore – conclude Capodanno – se ci sei batti un colpo! Altrimenti lascia la poltrona a qualcuno che dimostri una maggiore efficienza e capacità, rispetto alla soluzione di problemi di competenza dell’assessorato “.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl