COMUNICATO STAMPA. Nobel per la pace. Marelli: "Premiato l'impegno di un uomo lontano dallo star system"

Marelli: "Premiato l'impegno di un uomo lontano dallo star system" COMUNICATO STAMPA Nobel per la pace.

Allegati

10/ott/2008 17.45.55 Associazione ONG italiane Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

Nobel per la pace. Marelli: “Premiato l’impegno di un uomo

lontano dallo star system”

Bruxelles, 10 ottobre 2008.Il Nobel per la pace è andato a una persona forse poco conosciuta, non ha puntato ai ’luccichii’ di personalità in vista, per così dire vicine allo star system, ma al lavoro concreto di chi ha operato dietro le quinte per favorire i processi di pace”. Sergio Marelli, presidente dell’Associazione ONG italiane, da Bruxelles commenta così l’assegnazione del premio nobel per la pace a Martii Athisaari.

“Sono a Bruxelles con i rappresentanti di altre Ong, tra cui i nostri omologhi finlandesi. Ho potuto commentare con loro la notizia – aggiunge, riferendosi al fatto che Athisaari è nato in Finlandia -. Abbiamo tutti convenuto su un giudizio positivo per il suo curriculum. E’ un uomo che viene dalla cooperazione internazionale. Poi ha intrapreso vere e proprie azioni di peacekeeping e ha costruito molto”, conclude Marelli.

Martii Athisaari è nato nel 1937 a Viipuri in Finlandia. Da giovane lavora per organizzazioni studentesche, poi nel 1965 entra al Ministero degli Esteri come esperto di cooperazione. Ambasciatore in Tanzania dal 1973, nel 1977 diventa rappresentante speciale dell'Onu per la Namibia. Nel 1987 è nominato segretario aggiunto delle Nazioni Unite. Negli anni Novanta prima segue per l'Onu l'indipendenza della Namibia, poi si dedica ai Balcani, cercando di mediare fra le parti in lotta e diventando nel 1993 rappresentante speciale delle Nazioni Unite per l'ex Jugoslavia. Presidente della Finlandia  dal '94 al 2000. Nel 1999, insieme all'ex premier russo Viktor Chernomyrdin, convince il presidente jugoslavo Slobodan Milosevic a porre fine alla guerra in Kosovo. Nel 2005 media fra il governo indonesiano e i separatisti di Aceh, favorendo un accordo di pace dopo trent'anni di guerra. L'anno seguente diventa inviato speciale dell'Onu per il Kosovo, con l'incarico di mediare fra serbi e albanesi.

  

 

Ufficio Stampa Associazione ONG Italiane - email: ufficio.stampa@ong.it

 Cell. 338.3032216 - Tel: 06 6832061 – Fax: 06 6872373

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl