Ztl al Vomero, la montagna ha partorito il topolino.doc

Oggi abbiamo appreso di un'ulteriore riduzione, in modo da consentire la circolazione anche nel tratto di strada dinanzi al plesso scolastico Vanvitelli, di fronte al quale si trova un parcheggio privato ad ore, partendo dunque dall'incrocio con via Pitloo ".

24/ott/2008 16.45.45 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori  Collinari  

Presidente: Prof. Ing. Gennaro Capodanno

Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui“

Via Tino di Camaino, 22  -  Napoli

Tel..  0815787434   - 3392384648

e-mail: gennarocapodanno@gmail.com

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

Ztl al Vomero: la montagna ha partorito il topolino

Capodanno: “ Poche decine di metri in via Luca Giordano “

 

    “ Chi si aspettava che, dopo due anni di studi ed incontri, finalmente l’amministrazione comunale di Napoli varasse un provvedimento per istituire la zona a traffico limitato nel quartiere più inquinato d’Italia, se non d’Europa,  con livelli di polveri sottili e di benzene sovente al di sopra dei valori massimi ammissibili, è rimasto fortemente deluso dalla presentazione del dispositivo avvenuta stamani nella sala giunta di palazzo San Giacomo – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che da anni si batte per l’istituzione della Ztl; l’unico ad aver preso la parola, dopo gli interventi di sindaco ed assessori, per denunciare le carenze del progetto presentato -. Quella che dovrebbe partire dal 15 novembre prossimo non è una zona a traffico limitato ma semplicemente l’individuazione di un tratto di via Luca Giordano, di poche decine di metri di lunghezza, da via Pitloo a via Scarlatti, che sarà interessato al provvedimento limitativo del traffico veicolare. Il resto è aria fritta, trattandosi di provvedimenti che necessitano dell’entrata in funzione delle apposite telecamere, non ancora installate “.

    “ Dopo la sperimentazione, effettuata tempo addietro, che verificò la possibilità di individuare una zona a traffico limitato, partendo da piazza Medaglie d’Oro – ricorda Capodanno -, si era parlato di un’area più ristretta che iniziava da piazza degli Artisti. In seguito la barriera era stata spostata in via Luca Giordano, all’incrocio con via Carelli. Oggi abbiamo appreso di un’ulteriore riduzione, in modo da consentire la circolazione anche nel tratto di strada dinanzi al plesso scolastico Vanvitelli, di fronte al quale si trova un parcheggio privato ad ore, partendo dunque dall’incrocio con via Pitloo “.

    “ Una zona a traffico limitato -  prosegue Capodanno -, che, mentre tiene in debito conto le esigenze espresse dai commercianti e dai gestori dei parcheggi privati, ma soddisfa certo quelle espresse dai residenti, che vengono peraltro anche penalizzati dai nuovi percorsi delle linee di trasporto pubblico su gomma, con particolare riguardo a quelle che transitano proprio su via Luca Giordano “.

    “ Non si comprende neppure, come si pensa di ridurre il traffico, visto che sarà semplicemente spostato da un’area all’altra, vista la cronica carenza di parcheggi d’interscambio e di destinazione, a partire da quello atteso da un quarto di secolo, al di sotto dei viadotti dell’uscita della tangenziale in via Cilea. Ad essere penalizzate saranno strade come via Carelli e via De Mura. Inoltre bisognerà anche eliminare la possibilità di sosta su alcuni tratti di carreggiata, riducendo gli stalli per la sosta dei residenti “.

    “ Quello che più lascia pensare – precisa Capodanno – è che questo dispositivo parte senza che le strade interessate siano state dotate dei sistemi di telecontrollo  effettuato con telecamere, visto che le procedure per la relativa gara non si sono ancora concluse. Inoltre bisogna tener conto della carenza di uomini, sotto gli occhi di tutti, per quanto riguarda la locale sezione operativa dei vigli urbani. I pochi vigili a disposizione sono da settimane impegnati nella zona di via Cilea, per dirimere il traffico determinato dalla chiusura di via Aniello Falcone, e lo saranno fino alla riapertura di quest’ultima arteria “.

    “ Ma noi non resteremo a guardare, perché non intendiamo continuare a vivere in una vera e propria camera a gas – conclude Capodanno -. A giorni inviterò tutte le associazioni ed i cittadini che si sono riuniti intorno al “Comitato per la ztl al Vomero”, istituito tempo addietro, ad un comune tavolo di lavoro per valutare le iniziative da intraprendere, prima che il traffico si paralizzi completamente con l’approssimarsi del periodo natalizio “.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl