Nonni civici presso le scuole di Napoli, partenza in ritardo.doc

0815787434 - 3392384648 e-mail: gennaro.capodanno@tin.it www.vivivomero.it/forum/wwwboard.html LETTERA APERTA "Nonni civici" presso le scuole di Napoli: partenza in ritardo Encomiabile, seppure tardiva, l'iniziativa di questi giorni della quinta municipalità del Comune di Napoli, che comprende i quartieri del Vomero e dell'Arenella, di restituire, dinanzi alle scuole la figura del "nonno civico ", con volontari che opereranno però a partire dal mese di novembre e fino al termine delle lezioni, invece che per tutto l'anno scolastico, iniziato già da settembre.

Allegati

26/ott/2008 11.30.59 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori  Collinari  

Presidente: Prof. Ing. Gennaro Capodanno

Via Tino di Camaino, 22  -  Napoli

Tel..  0815787434   - 3392384648

e-mail: gennaro.capodanno@tin.it

www.vivivomero.it/forum/wwwboard.html

 

 

 

 

 

LETTERA APERTA

 

“Nonni civici” presso le scuole di Napoli: partenza in ritardo

 

 

         Encomiabile, seppure tardiva, l’iniziativa di questi giorni della quinta municipalità del Comune di Napoli, che comprende i quartieri del Vomero e dell’Arenella, di restituire, dinanzi alle scuole la figura del “nonno civico “, con volontari che opereranno però a partire dal mese di novembre e fino al  termine delle lezioni, invece che per tutto l’anno scolastico, iniziato già da settembre. Così, peraltro, si mettono ancora più in risalto le gravi carenze, in un ambito teso a garantire un minimo di sicurezza ai bambini che frequentano la scuola dell’obbligo, sia dell’amministrazione comunale partenopea, in generale, sia di altre municipalità nelle quali è suddiviso il territorio del capoluogo campano, le quali ultime non sembrano manifestare tutte la stessa sensibilità nel dare attuazione ad un’iniziativa di grande valenza sociale. Dall’anno scolastico scorso infatti, in tutta la Città, il progetto dei nonni civici, che invece in altre realtà urbane parte puntualmente con l’inizio del nuovo anno scolastico, era stato cancellato dall’agenda dell’amministrazione comunale partenopea. La ragione addotta: non ci sarebbero stati i soldi per pagare i 595 nonni civici che avevano operato fino all’anno scolastico 2006/2007, ricevendo elogi da mamme e papà, oltre che dai diretti interessati, i bambini, e che, in base al bando emanato dal Comune di Napoli nel settembre 2003, portavano a casa appena 6 euro al giorno per 25 giorni al mese. Per un totale di 150 euro mensili. Da qui la soppressione di un servizio ritenuto indispensabile dalla cittadinanza e che  viene ripristinato, ma solo a livello di singole municipalità del capoluogo partenopeo e ad anno scolastico abbondantemente iniziato.

 

Gennaro Capodanno

Presidente Comitato Valori collinari - Napoli

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl