La fallimentare politica del traffico a Napoli.doc

28/ott/2008 15.59.28 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori  Collinari  

Presidente: Prof. Ing. Gennaro Capodanno

Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui“

Via Tino di Camaino, 22  -  Napoli

Tel..  0815787434   - 3392384648

e-mail: gennarocapodanno@gmail.com

 

COMUNICATO STAMPA

 

La fallimentare politica del traffico a Napoli

Capodanno: “ Con  le “ isolette” e le “ zonette a traffico limitato “ “

 

         “ Se  in un Comune amministrato dal centro-destra – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari - si fosse varato un provvedimento che, al fine di ridurre l’inquinamento atmosferico, per convincere gli automobilisti più riottosi a lasciare l’auto nel garage, si fosse paventata la possibilità di subire un procedimento penale, richiamando un articolo del codice penale, il 674, che prevede anche l’arresto, attraverso i mass-media si sarebbero sollevati cori di protesta e d’indignazione, principalmente, immagino, da parte dei partiti e degli esponenti dello schieramento politico avverso “.

“ A Napoli, città notoriamente amministrata dal centro-sinistra da ben tre lustri - prosegue Capodanno - è successo anche questo e, tranne qualche sporadica voce che si è levata a difesa degli automobilisti, si è accettato anche il rischio che persone perbene, incensurate, presumibilmente all’oscuro di provvedimenti limitativi del traffico varati a raffica dalla sera alla mattina, senza, dunque, adeguata pubblicizzazione, potessero macchiarsi la fedina penale sino ad allora immacolata “.

“ A quanto servano le ordinanze in questione per raggiungere le finalità di rendere l’aria più respirabile è sotto gli occhi di tutti – puntualizza Capodanno -. Fortunatamente Giove pluvio sta per provvedere a togliere dalle ambasce qualche pubblico amministratore che poteva rischiare grosso, anche a seguito dell’interessamento della magistratura inquirente “.

“ Mancanza di parcheggi d’interscambio e di destinazione, carenze nel sistema di trasporto pubblico, assenza di un piano organico di viabilità, esteso anche alle periferie, hanno prodotto l’attuale situazione nel capoluogo partenopeo – conclude Capodanno -. E non sarà certo con palliativi, come le “isolette pedonali” o le “zonette a traffico limitato”, come la pedonalizzazione di poche decine di metri di via Luca Giordano, provvedimento pubblicizzato come la prossima panacea dei problemi del traffico nell’area collinare della Città, guarda caso proprio nei pressi della centralina che ha ripetutamente segnalato lo sforamento delle polveri sottili, e che dal 15 novembre prossimo costituirà, in buona sostanza, in materia di viabilità, il “parto” di oltre due anni di discussioni e confronti, che si comincerà a risalire la china che ha portato Napoli a rivestire la classica maglia nera nelle classifiche relative alla qualità della vita, con particolare riferimento agli aspetti legati all’aria che respiriamo “.

 

 

N..B.: Articolo “ Legambiente, bocciatura Italia. Napoli e Milano maglia nera” al sito:

         

            http://www.repubblica.it/2006/07/sezioni/cronaca/ambiente-inqinamento/legambiente-citta-inquinate/legambiente-citta-inquinate.html?ref=search

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl