Ztl al Vomero, abortita prima di nascere.doc

11/nov/2008 15.02.39 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori  Collinari  

Presidente: Prof. Ing. Gennaro Capodanno

Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui“

Via Tino di Camaino, 22  -  Napoli

Tel..  0815787434   - 3392384648

e-mail: gennarocapodanno@gmail.com

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

Ztl al Vomero: abortita prima di nascere

Capodanno: “ A breve un sit-in di protesta “

 

    “ Quando finalmente sono state tolte le coperture di plastica dalla nuova segnaletica verticale, abbiamo scoperto che la zona a traffico limitato tanto pubblicizzata e che doveva partire stamani al Vomero, era abortita ancora prima di nascere – denuncia Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della Circoscrizione -. Difatti la segnaletica era chiara, la zona di via Luca Giordano tra via Scarlatti e l’asse Pitllo-Stanzione è di fatto un’area pedonale, interdetta dunque a tutti i mezzi compresi quelli dei residenti. Con tanto di barriere, costituite alla stato da foriere, che peraltro al calar delle tenebre diventeranno poco visibili, col rischio che qualche guidatore non a conoscenza del provvedimento potrebbe sbatterci contro. Un’evenienza tutt’altro che remota “.

“ Tutta la campagna pubblicitaria, che era stata articolata nei giorni scorsi faceva riferimento ad una zona a traffico limitato – ricorda Capodanno -. Al punto che anche sul vademecum distribuito in migliaia di copie si riporta in pianta un senso di marcia sul tratto di via Luca Giordano in questione che va da via Scarlatti verso via Pitloo ( foto allegata con la freccia che indica il tratto di strada interessato ), mentre nelle note esplicative, riferendosi a questo tratto di strada, si parla appunto di limitazione e non d’interdizione al traffico veicolare “.

      “ E comunque – continua Capodanno -, nonostante il forte dispiegamento di vigili urbani, coadiuvati da uomini della protezione civile, non sono mancati gli ingorghi, in particolare all’incrocio di via Luca Giordano con via Pitloo e a quello tra via Scarlatti e via Mattia Preti. La situazione naturalmente è destinata a peggiorare, quando i caschi bianchi termineranno il loro servizio, specialmente nelle ore serali e notturne. Inoltre la disattivazione dei semafori all’incrocio tra via Luca giordano e le vie Pitloo e Stanzione sta creando gravi pericoli per l’attraverso dei pedoni, in considerazione del forte incremento del traffico veicolare “.

      “ Tra l’altro, nel tratto residuo di via Luca Giordano verso piazza degli Artisti, la circolazione appariva abbastanza fluida – prosegue Capodanno -, ma solo perché non sono ancora entrati in funzione i dispositivi che prevedono la sosta nelle strisce blu disegnate ex novo lungo il marciapiedi dei numeri civici pari. Ma con l’entrata in funzione di tali parcheggi la carreggiata risulta fortemente ridotta con prevedibili conseguenze. Tra l’altro si attende che venga definita la querelle che è nata circa il pagamento del ticket anche da parte dei residenti “.

      “ Molte le proteste, sin dal primo mattino, dei residenti, specialmente di via Luca Giordano, privati anche di mezzi di trasporto pubblico, quali il  181 ed il C30 che prima percorrevano tale arteria – afferma Capodanno -. Addirittura in Via Luca Giordano un uomo si è disteso a terra per impedire la disposizione di una pianta, che aveva la funzione di delimitare l’area pedonale “.

      “ Diciamo basta a questo modo di gestire una materia così delicata come il traffico, che ha importanti ripercussioni anche sulla salute dei napoletani, in maniera approssimata ed estemporanea – conclude Capodanno -. A breve organizzeremo un sit-in di protesta che pensiamo di tenere proprio nel tratto di via Luca Giordano pedonalizzato. I nostri amministratori pubblici devono capire che il Vomero sta morendo di traffico e di smog e che non si possono propinare “pianini” come quello varato, a guisa di poco credibile panacea di tutti i mali, aggravando peraltro una situazione già al collasso e che certamente peggiorerà mano a mano che si approssimerà il periodo natalizio, come si potrà constatare già nel prossimo fine settimana “.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl