COMUNICATO STAMPA. Premio del Volontariato Internazionale 2008

Si trattò di un notevole risultato, dal momento che solo i 47 progetti più innovativi furono finanziati, su un totale di 3mila presentati a livello mondiale.

20/nov/2008 14.34.14 Volontari nel mondo - Focsiv Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 

COMUNICATO STAMPA

 

Premio del Volontariato Internazionale 2008.

La difesa dell’ambiente non più preoccupazione solo "da ricchi"

 

Volontari nel Mondo – FOCSIV il 5 dicembre, in occasione della Giornata Mondiale del Volontariato indetta dalle Nazioni Unite, promuove la XV edizione del Premio al Volontariato Internazionale e, sul tema dello smaltimento dei rifiuti, sceglie una volontaria impegnata nel primo “Centro di trattamento e valorizzazione dei rifiuti plastici” avviato nella capitale del Burkina Faso, Ouagadougou, dalla LVIA, Associazione di solidarietà e cooperazione internazionale da più di 40 anni impegnata in Africa in programmi di lotta alla povertà e promozione dello sviluppo umano.

 

Roma, 20 novembre 2008. In occasione della Giornata Mondiale del Volontariato indetta dalle Nazioni Unite, Volontari nel mondo – FOCSIV promuove la XV edizione del Premio al Volontariato Internazionale dedicata a quanti si sono contraddistinti per l’impegno contro ogni forma di povertà ed esclusione e per l’affermazione della dignità e dei diritti di ogni donna e uomo, dimostrando così un impegno costante a favore delle popolazioni del Sud del mondo.

 

La volontaria premiata per questa edizione 2008 è Cristina Daniele, 29 anni e impegnata nel progetto Proteggere l’ambiente…Valorizzando i rifiuti", avviato dalla LVIA, associata FOCSIV, a Ouagadougou, capitale del Burkina Faso, in partenariato con la Città di Ouagadougou, il supporto di Città di Torino e Regione Piemonte e con un finanziamento della Banca Mondiale, che lo ha premiato nel 2003 nell’ambito del Programma Development Marketplace. Si trattò di un notevole risultato, dal momento che solo i 47 progetti più innovativi furono finanziati, su un totale di 3mila presentati a livello mondiale.

 

L’evento di premiazione, realizzato in collaborazione con il Segretariato Sociale RAI che ospiterà, come ogni anno, la cerimonia di conferimento del Premio presso la sede RAI di Via Asiago n. 10 a Roma, si terrà il 5 dicembre alle ore 10.00.

 

La cerimonia, accompagnata dalla proiezione di un video sull’esperienza della volontaria che è stato realizzato da FOCSIV e Segretariato Sociale RAI in collaborazione con il TG1, sarà preceduta da una tavola rotonda sul tema.

 

In occasione dell’evento, dal 30 novembre al 7 dicembre, sarà attivata anche una campagna di sms solidali (48585) per raccogliere fondi da destinare alla formazione dei volontari internazionali.

 

Tra i presenti, Guido Bertolaso, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Piero Marrazzo, presidente della Regione Lazio, Monsignor Karel Kasteel, Segretario del Pontificio Consiglio 'Cor Unum' e Don Sciortino, Direttore di Famiglia Cristiana, media partner dell’evento, al fianco di Sergio Marelli e Umberto Dal Maso, rispettivamente Direttore e Presidente di Volontari nel mondo – FOCSIV, di Carlo Romeo, Direttore del Segretariato Sociale Rai e della volontaria LVIA premiata, Cristina Daniele.

Il tema scelto per questa edizione è quello della sostenibilità ambientale, in particolare nella gestione dei rifiuti, in ragione dell’attualità dello stesso sia a livello nazionale che internazionale.

 

«C’era un tempo in cui la difesa dell’ambiente era vista da molti come una preoccupazione "da ricchi", come un lusso incompatibile con l’esigenza dello “sviluppo” – dice Sergio Marelli, Direttore Generale di Volontari nel mondo FOCSIV -. Questa idea è stata smentita drammaticamente dai fatti, avvenuti anche qui in Italia, dove la gestione dei rifiuti si presenta come un problema di stretta attualità. Tuttavia, sono soprattutto i Paesi impoveriti a pagare i prezzi umani più alti per il degrado ambientale, l’inquinamento, la dissipazione delle risorse naturali, conseguenze della mancanza di risorse economiche a loro disposizione ma anche di comportamenti e stili di vita propri dei paesi industrializzati».

 

Nel primo Centro di valorizzazione dei rifiuti plastici di Ouagadougou, un’associazione di 30 donne, a cui la LVIA ha fornito formazione tecnica e gestionale, ricicla ogni mese 4 tonnellate di rifiuti di plastica: il Centro paga 30 franchi CFA al chilo (0,04 euro) i rifiuti portati dalla popolazione, che li raccoglie dalle strade. Così, non solo l’ambiente viene ripulito, ma i rifiuti diventano una fonte di reddito importante per i più poveri. Le 30 donne impiegate nel Centro puliscono e trasformano i rifiuti in granulato, che poi vendono a imprese locali che con questo producono oggetti finiti, come sedie e tubature. Dal 2006 inoltre, con la collaborazione dell’Istituto Fratelli della Sacra Famiglia di Chieri, Assocomaplast, Centro Artigianale Sainte Famille di Saâba e il supporto della Regione Piemonte, si è avviata la produzione di kit scolastici: righelli, squadrette, goniometri e normografi in plastica riciclata che sono venduti sul mercato locale e utilizzati nelle scuole per l’educazione ambientale

Un circolo virtuoso e in grado di auto-sostenersi, in cui la raccolta è sinonimo di minor inquinamento e fonte di reddito per i raccoglitori, la lavorazione e il riciclaggio dei rifiuti divengono fonte di lavoro stabile per le donne e una risorsa capace di dinamizzare l’economia e i prodotti realizzati con plastica riciclata divengono uno strumento di sensibilizzazione nelle scuole. Il successo del progetto è stato sancito del resto anche da UN-Habitat che insieme alla Municipalità di Dubai lo ha selezionato tra le buone pratiche nell’ambito del Dubai International Award.

 

L’evento ha ricevuto il patrocinio della Regione Lazio, della Provincia e del Comune di Roma ed è supportato da Green Accord, Associazione culturale per la salvaguardia del creato, nata per stimolare l’impegno di tutti gli uomini di qualsiasi credo e confessione religiosa, sul tema della salvaguardia della natura.   

 

Greenaccord opera ormai da anni al servizio del mondo dell’informazione, attraverso forum nazionali ed internazionali, allo scopo di sollecitare una riflessione laica ed approfondita attraverso un dibattito continuativo sul ruolo e la responsabilità del giornalista nei confronti delle tematiche ecologiche, per sviluppare un discorso che si allarghi dalla semplice sfera deontologica professionale del giornalista a quella etico–sociale.

 

Scarica la cartella stampa completa e le foto:

 

http://www.focsiv.org/download/stampapremio.zip
 
 
http://www.focsiv.org/download/Foto1.zip
http://www.focsiv.org/download/Foto2.zip
http://www.focsiv.org/download/Foto3.zip
http://www.focsiv.org/download/Foto4.zip
http://www.focsiv.org/download/Foto5.zip 

 

 

Ufficio Stampa Volontari nel mondo – FOCSIV

Tel. 066877796/867; Cell. 338.3032216 - E-mail: ufficiostampa@focsiv.it

 

Per contatti con l’Ufficio comunicazione

Marta Francescangeli, tel. 066877796/867; Cell. 338.4731082 - E-mail: comunicazione@focsiv.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl