DIOSSINA: NON POSSIAMO PARLARE DI "RISCHIO ZERO"

08/dic/2008 19.19.04 S.I.Ve.L.P. Sindacato Vet. Liberi Professionisti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

In seguito alla segnalazione della presenza di diossina nelle carni di suino da parte delle autorità sanitarie Irlandesi, si è immediatamente attivato il sistema di allerta europeo. Il Sottosegretario con delega alla Veterinaria, Francesca Martini, ha immediatamente attivato i controlli per risalire ai prodotti eventualmente presenti in Italia, in quanto anche il nostro Paese risulta nella lista dei potenziali acquirenti. La diossina (nome generico di una serie di composti chimici), ha infatti notevole affinità per il grasso, dove tende a fissarsi in modo piuttosto stabile, con tempi di emivita nell'ordine di anni, a seconda della molecola implicata. Ci troviamo dunque in una situazione di rischio molto basso, tuttavia l'intervento ministeriale è giustificato in quanto volto a tutelare al massimo i requisti di sicurezza alimentare.

Dott. Angelo Troi -  Sindacato Italiano Veterinari Liberi Professionisti

 


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl