Domenica senza auto. Al Vomero solo nella fantasia.doc

21/dic/2008 16.53.48 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori  Collinari  

Presidente: Prof. Ing. Gennaro Capodanno

Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui“

Via Tino di Camaino, 22  -  Napoli

Tel.  0815787434   - 3392384648

e-mail: gennarocapodanno@gmail.com

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

Domenica senza auto? Al Vomero, solo nella fantasia

Capodanno: “ Al Vomero traffico ed ambulanti dappertutto “

 

    “ Lo stop alle autovetture, determinato dal superamento del pm10, deve essere rimasto nella fantasia dei proponenti – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Al Vomero si sono ripetute le stesse identiche scene di ieri, con traffico caotico dappertutto sin dalle prime ore del mattino. Totalmente disinformati gli automobilisti del blocco comunicato ieri che doveva vietare la circolazione dalle 10 alle 13. Si può già prevedere che domani assisteremo alla stessa situazione. Effetto peraltro della scarsa pubblicizzazione si è potuta dare ad una decisione assunta solo nelle ultime ore ”.

“ Intanto è andato in onda  l’ennesimo fallimento di un’isola pedonale che in buona sostanza ha spaccato il quartiere, anzi una strada, via Luca Giordano in due – prosegue Capodanno -. Da un lato il tratto da via Carelli a piazza degli Artisti, dove oltre al traffico si sono concentrati oltre un centinaio di ambulanti abusivi che hanno letteralmente occupato i due marciapiedi, rendendo difficile anche la circolazione pedonale “.

      “ Dall’altro lato le tre microisole, dove peraltro risultavano rimosse anche le transenne -  e che sono diventate, come era immaginabile, il luogo dove oltre agli ambulanti si stanno concreando alcune iniziative di dubbia validità. Da una fiera mercatale posta al centro della carreggiata ad alcuni gruppi musicali, con impianti di amplificazione tenuti ad un livello talmente alto che, per il frastuono generato, residenti e commercianti hanno dovuto anche chiedere l’intervento dei tutori dell’ordine “.

     Decisamente – conclude Capodanno – si tratta del Natale più caotico e difficile che sta vivendo il quartiere collinare da anni a questa parte. Le ripercussioni sicuramente si faranno sentire, in sede di bilanci. Intanto si potrebbe chiedere ai rappresentanti delle forze dell’ordine una maggiore attenzione specialmente per quanto riguarda l’ambulantato abusivo che oramai ha invaso strade e piazze del quartiere, con almeno cinquecento ambulanti abusivi che vendono i prodotti più vari, per lo più contraffati, con ripercussioni negative sul commercio a posto fisso “.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl