il parlamento vìola la costituzione?

Allegati

26/gen/2009 10.50.21 Polizia Nuova Forza Democratica Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Sindacato Polizia Nuova
Segreteria Nazionale

COMUNICATO STAMPA

IL PARLAMENTO VIOLA LA COSTITUZIONE?

In Italia, nonostante la gravissima congiuntura economica, i Parlamentari
continuano a incassare lauti stipendi a cui si vanno ad aggiungere quelli di
altri incarichi come quello di qualche altro incarico Regionale, Provinciale, Comunale e/o di qualche Ente Pubblico.
Con questa tremenda crisi economica ed occupazionale tutti sono costretti ad assistere al mantenimento di questi assurdi privilegi che costringono il cittadino a dover anche mantenere tanti Enti inutili, in primis le Province.
Tutto questo in totale violazione dell’art. 3 della Costituzione sulla parit dei diritti dei cittadini.
Occorre un immediato intervento del Signor Presidente della Repubblica affinch questo scandalo continui a consumarsi sulle, ormai, collassate ed esangui economie delle famiglie italiane venga rispettata ed applicata la Costituzione.
Tempi bui si prospettano ed incredibile che ancora esista questo stato di cose dove pochi vivono in modo opulento e senza spese sulle spalle di una Italia che sta soffrendo anche di una grave crisi occupazionale.
Di fronte a questo quadro desolante bisogna, hic et nunc, provvedere a recuperare queste immense risorse e metterle a disposizione delle famiglie al collasso, dei pensionati ridotti alla fame, dei giovani per il loro inserimento nel mondo del lavoro, del recupero di coloro che sono stati licenziati e non riescono pi a rientrare nel mondo produttivo.
Tutto questo per evitare che queste persone siano costrette ad accettare anche lavori al di fuori delle legalit per vivere dignitosamente.
Occorrono anche sufficienti risorse alle Forze dell'Ordine e alla Magistratura per meglio affrontare il fenomeno criminale e far luce sulle migliaia di delitti ancora irrisolti.
Bisogna intervenire subito altrimenti aumenteranno a dismisura le fila della micro e macro criminalit e lo Stato poco potr fare per contrastare un fenomeno che assumer connotati preoccupanti e pericolosi dove potranno essere seriamente minati l’Ordine e la Sicurezza Pubblica Nazionale.
Urge un intervento, currenti calamo, che permetta l’urgente riduzione dei parlamentari, dei loro stipendi, delle loro pensioni, della vergogna sui rimborsi elettorali e la tanto auspicata ed invocata introduzione delle incompatibilit.
Tutto questo, a fortiori, non disgiunto dall’approvazione di una legge che vieti ai parlamentari di fare altro.
Portici, 26 gennaio 2009
p. La Segreteria Nazionale
Pasquale DI MARIA

Tel. 347.6743936 - Fax 081.272211 - www.pnfi.altervista.org





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl