La manifestazione ideata da Donato Liotto “Una Mano Tesa..Aversa città della solidarietà” riceve dal Presidente della Repubblica l’Alto Patronato e una medaglia al merito”

La manifestazione ideata da Donato Liotto "Una Mano Tesa..Aversa città della solidarietà" riceve dal Presidente della Repubblica l'Alto Patronato e una medaglia al merito" Abbiamo lavorato tanto - afferma il Patron di Una mano tesa Donato Liotto- 5 anni.E in tutti questi anni,tanti attestati di stima che per me valgono davvero tanto, anche e soprattutto da comuni cittadini.I quali, hanno sempre condiviso con me momenti davvero speciali,da conservare nella memoria di ciascuno.

15/mag/2009 14.42.59 New Dreams associazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Abbiamo lavorato tantoafferma il Patron di Una mano tesa Donato Liotto- 5 anni.E in tutti questi anni,tanti attestati di stima che per me valgono davvero tanto, anche e soprattutto  da comuni cittadini.I quali, hanno sempre condiviso con me momenti davvero speciali,da conservare nella memoria di ciascuno.Tanti eventi e manifestazioni,che mirano “La solidarietà” e con lo slogan lanciato da me “Aversa città della solidarietà”  abbinato a “Mano Tesa” il mio intendimento, era quello di lanciare tanti segnali, che andassero a sposarsi con molteplici cause sociali.In questo,devo dire, sono stato sempre appoggiato dall’Amministrazione Comunale di Aversa che ringrazio di cuore e da tanti atri che collaborano, a far si che questo slogan della solidarietà diventi davvero una cosa normale per chi si propone a  fare del bene.Non bisognerebbe mai chiedere, ma agire essere propositivi e perseguire gli obiettivi con impegno e volontà anche a rischio di sacrificare il proprio privato.Se si crede in queste cose posso dire, che fare del bene diventa una cosa normale.Ringrazio di cuore il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per aver concesso ‘L Alto Patronato della Repubblica” e per avermi inviato personalmente il suo augurio a “continuare a perseguire con successo questa mia iniziativa”.Questo,lo ritengo uno grande stimolo,a continuare ad impegnarmi per una città solidale,e con il sostegno del Sindaco e dell’intera Amministrazione nonché di tutta la cittadinanza son certo che “Una Mano tesa” potrà ripetersi anche per gli anni a venire.Solo con il supporto di tutti,ciò sarà possibile.Io sono chiaramente emozionato per questo onore e lo dedico ai cittadini aversani di buon cuore e che  in tutti questi anni mi sono stati vicini sostenendomi a superare le molteplici difficoltà e indefferenza che a volte incontro sul mio cammino .Ricordo inoltre,che ieri, si è svolto l’evento dedicato a Corrado Taranto,con,momenti di alta scuola teatrale e di musica con Simona Marino e il Maestro Fabio Mirabelli che hanno suonato e cantato il testo da me scritto “Vuless immagina”,musicato dal maestro Mirabelli ed intrpretato magistralmente dalla piccola,ma già grande Simona Marino.Peccato,che eravamo in pochi a godere di questi magnifici momenti di spettacolo e di cultura.Ringrazio il Sindaco Mimmo Ciaramella,l’Assessore alla Cultura Nicola De Chiara e l’amico il Consigliere Stefano Di grazia per essere sempre presenti alle mie iniziative.Mi auguro che per la sera dl 28 Maggio al chiostro del Liceo Giordano di Aversa  dedicata al teatro e alla raccolta fondi per i terremotati dell’Abruzzo ci sia un riscontro maggiore da parte della città a presenziare e di tutti gli “amici” .Alla fine,chi non è presente si perde la possibilità non solo di assistere a momenti di spettacolo veramente belli,ma perde soprattutto la possibilità di dire “io c’ero e contribuisco con la mia presenza”.La vera solidarietà unisce..non divide!
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl