interpellanza atti di culto-bo.doc

Simone sulla questione della preghiera in orario scolastico appena

13/ott/2004 18.55.38 Comitato bolognese Scuola e Costituzione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
inviamo copia dell'interpellanze al Ministro Moratti dell'on. Titti de Simone sulla questione della preghiera in orario scolastico appena giuntaci.
grazie per l'attenzione


X-Sieve: CMU Sieve 2.2
From: "rifondazione_cultura" <rifondazione_cultura@camera.it>
To: "scuola e costituzione bologna" <coscost@iperbole.bologna.it>,
        "dipartimento scuola" <scuola.prc@rifondazione.it>
Subject: interpellanza atti di culto-bo.doc
Date: Wed, 13 Oct 2004 12:14:36 +0200
X-Mailer: Microsoft Outlook Express 6.00.2800.1158
X-Spam-Checker-Version: SpamAssassin 2.63 (2004-01-11) on x01.intra.camera.it
X-Spam-Status: No, hits=0.1 required=5.0 tests=HTML_60_70,HTML_MESSAGE
        autolearn=no version=2.63
X-Spam-Level:

Interpellanza

 

Al ministro dell istruzione, università e ricerca

 

Premesso che:

 

-        in data 13 settembre 2004 il direttore del C.S.A. ha inviato ai Dirigenti delle Istituzioni scolastiche della Diocesi di Bologna una nota, Prot. 515/A38, che li invitava a far partecipare studenti delle rispettive Istituzioni, accompagnati dai propri docenti ad un incontro di riflessione e preghiera (senza celebrazione della S. Messa) sulla strage di Beslan con l arcivescovo Mons. Caffarra, presso la Cattedrale di S. Pietro, il giorno 17 settembre alle ore 11;

-        è all evidenza di tutti che il rito della preghiera, svolta all interno della Cattedrale di S. Pietro e officiata da Mons. Caffarra, avrebbe assunto il carattere di un rito religioso;

-        lo svolgimento di un atto di culto durante la normale attività didattica ha determinato una situazione di disagio all interno delle scuole e delle classi coinvolte;

-        la sentenza definitiva del T.A.R. Emilia Romagna n. 250/93,  annullando le delibere di due consigli di circolo della Provincia di Bologna, relative alla celebrazione di atti di culto in orario scolastico, afferma che: gli atti di culto non sono in alcun modo attività scolastica e neppure extrascolastica; tali atti turbano il regolare svolgimento delle lezioni sottraendo a tutti gli studenti coinvolti le ore di lezione previste dai programmi e dal monte ore annuale; non vale a legittimare la partecipazione la richiesta di adesione da parte degli studenti ed insegnanti, giacché l illegittimità consiste nell aver consentito l inserimento al posto delle normali ore di lezione, di attività del tutto estranee alla scuola ed alle sue attività istituzionali;

 

per sapere:

 

-        quali provvedimenti intenda adottare al fine di accertare le responsabilità e i fatti suddetti e in particolare: se la partecipazione di intere classi sia avvenuta senza chiedere autorizzazione ai genitori degli alunni coinvolti, se la partecipazione all iniziativa sia avvenuta senza alcuna deliberazione degli organi collegiali;

-        quali iniziative intenda assumere per evitare il ripetersi di simili episodi

 

 

on. Titti De Simone
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl