cs - Vertice FAO. Marelli: “L’assenza dei leader dei G8 rischia di sminuire i risultati ottenuti dalla Società Civile”

Marelli: "L'assenza dei leader dei G8 rischia di sminuire i risultati ottenuti dalla Società Civile" COMUNICATO STAMPA Vertice FAO.

10/nov/2009 14.54.50 Associazione ONG italiane Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA

 

Vertice FAO. Marelli: “L’assenza dei leader dei G8 rischia

di sminuire i risultati ottenuti dalla Società Civile”

 

Roma, 10 novembre 2009. Il Presidente dell’Associazione ONG Italiane Sergio Marelli esprime soddisfazione per l’incontro di questa mattina con il Ministro degli Esteri Franco Frattini che ha colto l’occasione anche per congratularsi con Marelli per la sua nomina da parte del Direttore Generale della FAO Jacques Diouf a Presidente dell’advisory group costituito in occasione del Forum delle Organizzazioni della Società Civile parallelo al Vertice FAO, ritenendola una ulteriore conferma del ruolo svolto dalle ONG italiane – già dal primo Summit sulla Sicurezza Alimentare del 1996 – nel dialogo con la FAO e nell’organizzazione del Forum della Società Civile.

Ad incontrare il Ministro questa mattina oltre a Marelli - Presidente dell’AOI e Presidente dell’advisory group del Forum, c’erano Antonio Onorati - Focal point IPC, e Ada Civitani - delegata AOI per il gruppo Sicurezza Alimentare all’Unione Europea.

Dopo aver presentato il Forum delle OSC e il programma delle iniziative che si terranno a Roma dal 14 al 17 novembre Marelli ha sottoposto al Ministro la questione della riforma del CFS (Committee on Word Food Security), organo di governo della FAO, che con la riforma approvata il 17 ottobre scorso prevede la partecipazione formale di rappresentanti della Società Civile nel CFS e nell’Advisory Committee (una sorta di Comitato consultivo) al Bureau del CFS.   

“Esprimo grande soddisfazione per la posizione presa dal Ministro Frattini che sarà comunicata a Diouf con una lettera – dice Marelli – con la quale a nome del governo italiano il Ministro non solo raccomanda la piena implementazione di questa riforma ma sottolinea anche come il nostro governo condivida e sostenga l’irrinunciabilità a che i rappresentanti della Società Civile nel CFS siano designati con meccanismi e procedure autodeterminate dalle stesse Organizzazioni attraverso le loro rappresentanze a livello globale”.

Nel corso dell’incontro, inoltre, Marelli ha condiviso con il Ministro la grande preoccupazione espressagli in questi giorni dal Direttore Generale della FAO Diouf con preghiera di sottoporla al Ministro circa l’assenza, ad oggi, di una conferma di partecipazione al Summit che si terrà a Roma dal 16 al 18 novembre da parte dei Capi di Stato e di governo dei G8, mentre hanno già confermato la loro partecipazione 60 leader di altri Paesi membri della FAO.

La posta in gioco sembra evidente: l’assegnazione della governance sulle questioni alimentari e agricole tra Banca Mondiale e Fondo Monetario Internazionale da un lato e dall’altro il Segretariato di coordinamento tra le quattro Agenzie ONU del polo agricolo-alimentare romano previsto con la riforma del CFS.

“Le questioni del diritto al cibo e dell’agricoltura non possono non stare che nelle mani delle agenzie specializzate delle Nazioni Unite. Posizione, questa, per altro condivisa da tutta la Società Civile organizzata a livello internazionale e che sarà riaffermata con forza anche al Forum delle Organizzazioni della Società Civile parallelo al Vertice FAO”, sottolinea Marelli, che infine aggiunge: “Grande soddisfazione esprimo anche per il fatto che il Ministro si è dimostrato d’accordo con tutto questo e si è impegnato a valutare di intraprendere opportune azioni perché i Paesi del G8 partecipando diano piena efficacia e autorevolezza alle decisioni che si prenderanno al Summit”.

Domani gli esiti positivi di questo incontro saranno comunicati personalmente da Marelli a Diouf nel corso di un incontro che si terrà in tarda mattinata.

  

 

 

Ufficio Stampa Associazione ONG Italiane

email: ufficio.stampa@ong.it

 Cell. 338.3032216

Tel: 06 6832061 – Fax: 06 6872373


 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl