Troppa igiene fa male al bambino

13/giu/2012 18.07.37 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La mamma italiana standard si preoccupa moltissimo che tutto sia pulito e disinfettato, soprattutto nel caso di bambini piccoli e a maggior ragione in estate, quando è più facile il proliferare dei batteri.

Tuttavia è necessario rendersi conto che sterilizzare tutto ciò che viene a contatto con il bambino non solo non serve, ma è addirittura dannoso per la sua salute. In primo luogo un uso copioso di prodotti chimici per la puliza degli oggetti e degli indumenti rischia di provocare reazioni allergiche (spesso i soggetti asmatici hanno avuto mamme maniache della pulizia); in secondo luogo, un nuovo organismo, come quello del bambino piccolo, non riuscirà mai a produrre gli anticorpi, necessari durante la sua intera esistenza, se non viene mai a contatto con germi e batteri.

Vediamo qualche accorgimento per pulire senza esagerare. Moltissime cose, (biberon, giocattoli, pannolini lavabili, costumi da bagno, corredino neonata) possono essere efficacemente lavate con acqua calda e bicarbonato di sodio.

Ci sono molte sostanze, poco costose e facilmente reperibili, che sono ottimi detersivi ed igienizzanti e non contribuiscono all’inquinamento domestico, come l’acqua ossigenata, il bicarbonato, l’aceto, l’acido citrico, il percarbonato, il tea tree oil. In Internet potrete trovare informazioni su uso e dosi di questi preziosi alleati della nostra salute e del portafoglio). Ricordate, infine, che la semplice acqua bollente è già un potente disinfettante, così come la luce del sole è un ottimo antibatterico.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl