IMPRESAMIA.IT-PMI - Milano: titolare ventenne per più di 1 impresa su 20

Lo rende noto un'elaborazione della Camera di commercio di Milano sui dati del registro delle imprese al primo trimestre 2009, considerando i titolari di ditte individuali, dove per giovani si intendono con meno di trent'anni.

15/giu/2009 16.54.55 IMPRESAMIA.IT Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Solo la metà dei giovani imprenditori milanesi è di Milano


Scommettono sull'impresa i giovani e per avere un lavoro ne aprono nove al giorno. Lo rende noto un'elaborazione della Camera di commercio di Milano sui dati del registro delle imprese al primo trimestre 2009, considerando i titolari di ditte individuali, dove per giovani si intendono con meno di trent’anni. Sono i protagonisti di un’economia dove si scommette ancora sull’impresa, piccola, e dove incide la presenza femminile e degli immigrati. Infatti, sulle oltre 7mila attività della provincia milanese, una su tre è di uno straniero e si scopre che solo la metà dei giovani imprenditori milanesi sono nati a Milano, che sono tanti i cinesi, gli egiziani, i rumeni, gli albanesi, i marocchini, i bengalesi, gli ecuadoregni e che aprono un'impresa a Milano anche gli italiani provenienti dalla Brianza, da Varese, da Napoli, da Pavia e da Bari. Le etnie che contribuiscono di più alle imprese di ventenni sono albanesi e rumeni, un imprenditore albanese su cinque a Milano ha meno di trent’anni, ma anche Bangladesh, Cina e Brasile con uno su sette, mentre i settori più giovani sono sanità, ristoranti e locali, costruzioni. Non solo, dalle risposte dei giovani imprenditori all'indagine della Confcommercio si viene a sapere che passano la giornata davanti al computer, circa 4-5 ore al giorno con due ore e mezza in internet, oltre la metà non manca all’appuntamento con Facebook, per quasi un’ora al giorno. Un giovane imprenditore su cinque è depresso per la crisi (17%), ma uno su quattordici reagisce facendo sport (7%) e il 65,5% è pronto a rimettersi in gioco con nuove attività imprenditoriali. Inoltre, quasi la metà sta per cambiar casa (48,3%). Ecco il breve identikit dei giovani imprenditori che hanno ricevuto un riconoscimento al Premio Milano Produttiva della Camera di commercio alla 20° edizione. “Oggi premiamo l’impegno per il lavoro di tanti milanesi, come tutti gli anni – ha dichiarato Carlo Sangalli, presidente della Camera di commercio di Milano (nella foto) - Un impegno che siamo convinti è alla base della crescita del nostro territorio. La Camera di commercio è vicina alla realtà economica in un impegno condiviso con le altre istituzioni, con interventi mirati a partire dal credito e dagli aiuti economici - ha affermato il presidente - perché siamo convinti della necessità di uno sforzo straordinario per far ripartire questa economia che proprio sulle tante piccole e medie imprese e sulle persone ha sempre fondato la sua capacità di farsi conoscere e apprezzare in tutto il mondo. Un premio - ha concluso Sangalli - che oggi dedichiamo in particolare ai giovani che sono i protagonisti del futuro della nostra economia”.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl