Dal Cnr di Napoli arriva l’ecoscooter...

29/mar/2005 14.57.29 Quibio.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dal Cnr di Napoli arriva l’ecoscooter

Zero emissioni inquinanti, estrema silenziosità ed una notevole efficienza energetica. Sono queste le parole d'ordine per i ciclomotori di prossima generazione. E sono questi i vantaggi di un innovativo prototipo realizzato nei laboratori dell'Istituto motori (Im) del Cnr di Napoli. Parliamo dell'ecoscooter, un ciclomotore elettrico con celle a combustibile a idrogeno.

Dal CNR arriva l’ecoscooter
Il prototipo raggiunge una velocità massima di 45 km/h e garantisce un'autonomia di 65 km. Il pieno è di soli 30 grammi di idrogeno, conservati a 140 bar in due bombolette da un litro l'una, sistemate in un apposito vano sotto la pedana. Proprio le due bombolette fanno la differenza con i motorini elettrici già in circolazione. Questi ultimi presentano infatti, tra i limiti principali, una ridotta autonomia e tempi lunghi di ricarica delle batterie. Inconvenienti che possono essere superati con l'impiego delle bombolette, che con una quantità minima consentono di idrogeno e tempi di rifornimento brevissimi, permettono di raddoppiare l'autonomia. Il funzionamento del ciclomotore è semplice. "Le celle a combustibile alimentate a idrogeno, mediante la reazione elettrochimica di ossidazione dell'idrogeno con l'ossigeno dell'aria, consentono - spiega Felice Esposito Corcione dell'Im-Cnr - di trasformare l'energia chimica del combustibile direttamente in energia elettrica. Quest'ultima viene quindi trasformata in energia meccanica mediante un azionamento elettrico. L'unico prodotto della reazione è l'acqua, quindi le emissioni del propulsore consistono esclusivamente in vapore acqueo". Una tecnologia innovativa e pulita, dunque, che potrebbe essere applicata a tutti i tipi di veicolo: autovetture, autobus e mezzi di trasporto su rotaia. Dal CNR arriva l’ecoscooter"Il prototipo realizzato presso l'Im-Cnr - precisa il ricercatore - soddisfa tutte le richieste prestazionali previste da un ciclo di guida urbano. Ma un veicolo progettato appositamente per l'utilizzo delle celle a combustibile a idrogeno consentirebbe di raggiungere prestazioni e autonomia superiori". L'introduzione sul mercato non è esattamente prevedibile. "Molto - conclude Corcione - dipende dallo sviluppo e dalla commercializzazione dei sistemi di celle a combustibile e, soprattutto, dalla creazione delle inf! rastrutt ure necessarie alla produzione e distribuzione dell'idrogeno".

29/03/2005 ( Fonte Jugo.it)

-------------------------------------------------------------------

Quibio.it e' il primo negozio on line di vendita di articoli usa e getta Bio eco-compatibili come piatti, bicchieri, posate e tanti altri prodotti rigorosamente biodegradabili e compostabili al 100% di uso e consumo quotidiano che sicuramente faranno tirare un sospiro di sollievo a tutti coloro che rispettano l'ambiente e l'uomo.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl