Dalle bucce delle mele si ricrea carta, Cartamela...

15/apr/2005 20.52.00 Quibio.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dalle bucce delle mele si ricrea carta, Cartamela...

"Cartamela”, una carta prodotta con i residui della mela. Dopo 3 anni di studi e di ricerche l’ing. Alberto Volcan ha brevettato un processo di essicazione atto ad ottenere un prodotto che contiene il 65% di cellulosa e si presta alla produzione di ogni tipo di articolo cartaceo: contenitori in cartone ondulato, astucci per bottiglie, carta da lettera e vari imballi ecologici leggeri come una piuma. Dalla mela si può quindi ricreare carta per fotocopiatrici, sacchetti per il pane, scatole di cartone per la frutta, realizzati con ciò che rimane dopo la produzione dei succhi di frutta.

Molto interesse suscita questa invenzione nel settore ortofrutta poiché lo smaltimento dei residui pomacei è oneroso: in Alto Adige ne vengono prodotti ca. 5000 tonnellate solo nel settore della trasformazione della frutta in succhi concentrati. Con questa invenzione l’ing. Volcan e il suo socio - la rinomata azienda Merloni Progetti - sperano di dare un valido contributo alla soluzione almeno parziale del problema. La “cartamela” è è stata presentata dall'azienda Canins.

"Oggi i resti raccolti in provincia di Bolzano, portati in cartiera e amalgamati con l'impasto di cellulosa, consentono di realizzare carta e cartone. Ecoapple raccoglie gli scarti, li essicca in Veneto, produce carta a Torino e cartone a Verona. Entro breve l'azienda aprirà uno stabilimento a Bolzano. L'obiettivo dichiarato di Ecoapple è ora quello di conquistare la Cina, la Polonia, il Sudafrica, paesi che producono grandi quantità di succo di mela. (fonte E-gazette)"

Comunicato stampa provincia di Bolzano
La tecnologia, messa a punto da un inventore italiano, viene impiegata per fabbricare dalla carta ai mangimi per animali. La Merloni costruirà in impianto in Cina.

L'invenzione dell'altoatesino Alberto Volcan, un nuovo procedimento per riutilizzare i torsoli di mela, verrà sviluppata in Cina dalla Merloni Progetti Spa. Non sempre le idee nuove vengono apprezzate e spesso i bre! vetti ri mangono inutilizzati o giacciono sulle scrivanie degli inventori, per mancanza di soldi o perché chi avrebbe i mezzi non intende lanciarsi in progetti ambiziosi ma non privi di rischio. Ad un noto inventore altoatesino, Alberto Volcan è invece capitato di incontrare un investitore che - dopo averlo ascoltato e aver valutato il brevetto, che riguarda un nuovo procedimento per l'utilizzo dei torsoli di mela - gli ha dato fiducia e lo affiancherà nel delicato passaggio dall'idea alla realizzazione industriale. Si tratta di un investitore di grande rilievo, la Merloni Progetti Spa, emanazione della Merloni di Fabriano, leader nel mondo nella produzione di elettrodomestici.

Nei giorni scorsi a Bolzano si è tenuta la riunione decisiva per la messa a punto del progetto di collaborazione fra Volcan e la ditta De Franceschi da un lato, che cureranno la realizzazione dell'impianto-pilota, e la Merloni Progetti dall'altro, che ne assicurerà la commercializzazione e la produzione in serie a partire dalla Cina.

La Cina è uno dei maggiori produttori di mele del mondo e potrà utilizzare gli impianti per la produzione di farine per animali o di carta a partire proprio dai residui delle mele, grazie allo sforzo congiunto dell'inventore altoatesino e della esperienza di commercializzazione sui mercati mondiali della Merloni Progetti, che ha realizzato ben 90 impianti industriali nel mondo, fornisce consulenza tecnologica agli stabilimenti Merloni nei cinque Continenti ed è in grado di fornire consulenza e assistenza ad imprenditori che intendano insediarsi nei più diversi Paesi.

15/03/2005 ( Fonte paperweb.biz)

-------------------------------------------------------------------

Quibio.it l' usa e getta che rispetta l'ambiente - Il primo negozio on line di vendita di prodotti usa e getta Bio eco-compatibili come piatti, bicchieri ecc... rigorosamente biodegradabili e compostabili al 100%.

Quibio.it  l' usa e getta che rispetta l'ambiente -

Il primo negozio on line di vendita di prodotti usa e getta Bio eco-compatibili come piatti, bicchieri ecc... rigorosamente biodegradabili e compostabili al 100%.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl