Gli europei scelgono l’ambiente...

06/mag/2005 00.11.29 Quibio.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Gli europei scelgono l’ambiente
 

La nuova Europa Vivere in un ambiente sano? Conta quanto l’economia. È quanto emerge da un sondaggio di Eurobarometro fra i cittadini Ue. Inquinamento di mari e fiumi le priorità da affrontare. Poi gli incidenti industriali e il clima. Ma l’emergenza, per gli italiani, resta lo smog / Scarica la relazione 
Per i cittadini europei vivere in un ambiente sano è importante quanto le condizioni dell’economia. Lo rileva un sondaggio di Eurobarometro, il primo del genere realizzato nell’Ue a 25. Secondo l'indagine, basata su un campione di circa mille cittadini per ogni stato membro, l'85% degli intervistati si augura che i responsabili politici prestino  
alle questioni ambientali la stessa attenzione che riservano ai problemi economici e sociali. Leggermente inferiore, ma pur sempre alta (79%), anche la percentuale degli italiani che danno grande importanza all'ambiente. E i più convinti sostenitori di questa tesi (91%) sono i cittadini dei nuovi stati membri.

SMOG PRIMA PREOCCUPAZIONE
In cima alla lista delle preoccupazioni degli italiani viene lo smog e l'inquinamento dell'aria (44%), mentre per gli europei al primo posto c'è l'inquinamento dei mari e dei fiumi (47%), seguito dalle calamità provocate dall'uomo e dagli incidenti industriali (46%), dai cambiamenti climatici (45%), dall'inquinamento atmosferico (45%) e dall'impatto sulla salute delle sostanze chimiche (35%) che è fonte di preoccupazione anche per il 31% degli intervistati italiani.

SCARSA INFORMAZIONE
Alla domanda se ritengano di essere sufficientemente informati sulle questioni ambientali, il 54% degli europei ha affermato di sì, mentre il 44% ha risposto di avere scarse notizie. In particolare, i cittadini Ue ritengono di non avere sufficienti informazioni per quanto riguarda l' impatto delle sostanze chimiche sulla salute (41%) e sugli organismi geneticamente modificati (40%). Ma gli italiani (38%) si dicono scarsamente informati soprattutto sulla biodiversità e sulla scomparsa  di specie animali o vegetali.

FIDUCIA NEGLI AMBIENTALISTI, POCA NEI GOVERNI
Un'ampia maggioranza di cittadini, rileva ancora Eurobarometro, per avere informazioni sulla situazione dell'ambiente si fida soprattutto delle associazioni ambientaliste (42%), degli scienziati (35%) e della televisione (18%). L'Unione europea o i governi nazionali e locali, quanto a livello di informazione, ricevono invece una fiducia che non supera il 12%. Quando si tratta di prendere decisioni in materia ambientale, invece, gli intervistati si dividono equamente: un 33% dice che spetta a Bruxelles e una uguale percentuale sostiene che è compito dei governi nazionali.

POCHI DICONO NO AD AUTO
Solo il 23% degli italiani (contro una media Ue del 43%) risponde che spesso si impegna per prendersi cura dell'ambiente, mentre il 53% risponde di farlo solo saltuariamente. «Vorrei fare di più - dice il 31% - ma mi comporta troppi problemi», dalla perdita di tempo o di denaro. Il 61% degli italiani (72% degli europei) dice tuttavia di essere disposto a impegnarsi nel riciclaggio dei rifiuti, il 34% (30% nell'Ue) a lasciare l'auto a casa e utilizzare i trasporti pubblici, ma solo il 10% (8% europei) afferma di rinunciare all'auto e il 32% di ridurre il consumo di energia elettrica (39% degli europei).

05/05/2005 ( fonte http://www.lanuovaecologia.it)

---------------------------------------------------

Quibio.it l' usa e getta che rispetta l'ambiente - Il primo negozio on line di vendita di prodotti usa e getta Bio eco-compatibili come piatti, bicchieri ecc... rigorosamente biodegradabili e compostabili al 100%.

Quibio.it  l' usa e getta che rispetta l'ambiente -

Il primo e-commerce di prodotti usa e getta Bio eco-compatibili come piatti, bicchieri ecc... rigorosamente biodegradabili e compostabili al 100%.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl