Comunicato LAV. SANA (FIERA DI BOLOGNA, 9-12 SETTEMBRE 2010): LA LAV NELL'AREA DEDICATA ALLA BUONA ALIMENTAZIONE CON LE PROPOSTE DI CAMBIAMENU.IT, PER FAR CONOSCERE L'IMPATTO DEL CONSUMO DI PRODOTTI ANIMALI SU AMBIENTE E SALUTE

SANA (FIERA DI BOLOGNA, 9-12 SETTEMBRE 2010): LA LAV NELL'AREA DEDICATA ALLA BUONA ALIMENTAZIONE CON LE PROPOSTE DI CAMBIAMENU.IT, PER FAR CONOSCERE L'IMPATTO DEL CONSUMO DI PRODOTTI ANIMALI SU AMBIENTE E SALUTE Comunicato stampa LAV 7 settembre 2010 SANA (FIERA DI BOLOGNA, 9-12 SETTEMBRE 2010): LA LAV NELL'AREA DEDICATA ALLA BUONA ALIMENTAZIONE CON LE PROPOSTE DI CAMBIAMENU.IT, PER FAR CONOSCERE L'IMPATTO DEL CONSUMO DI PRODOTTI ANIMALI SU AMBIENTE E SALUTE La LAV sarà presente al Salone dell'Alimentazione Naturale (SANA), lo storico appuntamento bolognese con il benessere e il vivere "eco friendly", nell'area "Alimentazione - buon cibo, buon vivere" con uno stand dedicato proprio alla sensibilizzazione sul tema dell'impatto del consumo di carne, latte e uova, su salute e ambiente.

Allegati

09/lug/2010 11.51.22 LAV Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

Comunicato stampa LAV 7 settembre 2010

 

SANA (FIERA DI BOLOGNA, 9-12 SETTEMBRE 2010): LA LAV NELL’AREA DEDICATA ALLA BUONA ALIMENTAZIONE CON LE PROPOSTE DI CAMBIAMENU.IT, PER FAR CONOSCERE L’IMPATTO DEL CONSUMO DI PRODOTTI ANIMALI SU AMBIENTE E SALUTE

 

La LAV sarà presente al Salone dell’Alimentazione Naturale (SANA), lo storico appuntamento bolognese con il benessere e il vivere “eco friendly”, nell’area “Alimentazione – buon cibo, buon vivere” con uno stand dedicato proprio alla sensibilizzazione sul tema dell’impatto del consumo di carne, latte e uova, su salute e ambiente.

 

Anche a Bologna la LAV illustrerà la sua campagna Cambiamenu, per sensibilizzare i visitatori del SANA sulla necessità di assumere consapevolezza di quanto le scelte alimentari individuali influiscano sulla salute del Pianetacommenta Paola Segurini, del settore Vegetarismo della LAVIn particolare su come il consumo eccessivo di carne stia rivelandosi tra i maggiori fattori distruttivi dell'equilibrio climatico della Terra.”

 

Troppo spesso ci si dimentica di quanto ingente sia il contributo degli allevamenti di animali all’inquinamento in genere e alle emissioni di gas serra in particolare, con tutte le conseguenze che i derivanti cambiamenti climatici causano, soprattutto per le popolazioni del Sud del Mondo”, prosegue Roberta Bartocci, del settore vegetarismo della LAV.

 

Gli allevamenti intensivi, infatti, oltre ad essere crudelissimi per gli animali, rappresentano una delle principali cause di immissione nell’atmosfera di anidride carbonica (CO2), di metano (CH4), di ossido di azoto (NO2) e di clorofluorocarburi (CFC), come confermano i dati contenuti nel dossier LAV “Cambiamento climatico e allevamenti intensivi”.

 

Il Programma Ambientale delle Nazioni Unite, L’IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change) e il JRC (Joint Research Centre) della Commissione Europea, tra le principali autorità a occuparsi di cambiamenti climatici e delle cause ed effetti ad essi collegati, concordano su come non esista misura più rapida ed efficace per arrestare il riscaldamento globale della drastica riduzione del consumo di prodotti animali.

 

Per illustrare al meglio i vantaggi complessivi dell’alimentazione a base vegetale presso lo stand  LAV- Cambiamenu, oltre al materiale informativo sulla campagna, saranno presenti due esperti che risponderanno alle domande dei  visitatori:  sabato 11 settembre, dalle ore 16 alle 18, Stefano Momentè, giornalista, esperto di cucina e lifestyle vegetariano, fondatore di Vegan Italia, illustrerà come sostituire gli ingredienti di origine animale con gustose alternative cruelty free; domenica 12 settembre, dalle ore 11 alle 13 e dalle 15 alle 17, la dottoressa Rosella Sbarbati, biologo nutrizionista e dirigente Sanitario A.S.U.R. Marche, specialista in scienze dell'alimentazione, risponderà ai quesiti sulla nutrizione vegetariana.

 

Nell’ambito della campagna contro gli allevamenti intensivi, presso lo stand LAV sarà disponibile la guida-pratica al sistema di etichettatura delle uova, realizzata per aiutare al meglio i consumatori di uova a orientarsi nella scelta di uova da galline libere e contribuire così alla “liberazione” di 39,5 milioni di galline, garantendogli quel benessere che non possono avere nel sistema in gabbia, in linea con la Direttiva Europea n.74/1999 che dal 2012 introdurrà il divieto d’allevamento nelle gabbie convenzionali.

 

SANA (Fiera Di Bologna, 9-12 settembre 2010) -  Padiglione 19 C 34

Orari di apertura di apertura al pubblico:

 Sabato dalle 14.00 alle 19.00

 Domenicadalle 9.30 alle 19.00

 

7 settembre 2010

Ufficio stampa LAV 06 4461325 – 339 1742586 www.lav.it

 

 

5xmille_def

 



__________ Informazioni da ESET NOD32 Antivirus, versione del database delle firme digitali 5429 (20100906) __________

Il messaggio è stato controllato da ESET NOD32 Antivirus.

www.nod32.it



__________ Informazioni da ESET NOD32 Antivirus, versione del database delle firme digitali 5429 (20100906) __________

Il messaggio è stato controllato da ESET NOD32 Antivirus.

www.nod32.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl