L’auto elettrica non riesce a sfondare in Italia

28/ott/2010 12.29.52 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Gli italiani ancora non sono pronti ad utilizzare le auto elettriche, secondo quanto emerge da un recente sondaggio efettuato da alcune case automobilistiche.

Innanzitutto, a differenza degli altri paesi europei, in Italia manca la sensibilità per la tutela dell’ambiente; inoltre non si conosce in modo approfondito il funzionamento di un’auto elettrica e pochi hanno affermato di volerne acquistare una, preferendo auto a gas o ibride piuttosto che veicoli con le batterie ricaricabili (avendo la costante preoccupazione per l’autonomia). Ovviamente entrano anche in gioco alcune decisioni economiche di tipo politico: il governo dovrebbe prima di tutto puntare ad effettuare campagne d’informazione che promuovano comportamenti socialmente responsabili, che riguardino anche la scelta dell’auto. Inoltre la poca diffusione di colonnine nel territorio italiano è considerata un altro motivo di rinuncia all’acquisto di queste macchine elettriche. Provate a cercare sotto la voce “auto usate a Bergamo” oppure “auto usate a Modena”: possiamo riscontrare quanto siano aumentate le offerte di veicoli usati e questo ci porterebbe a pensare che molti vogliano vendere la vecchia automobile e acquistarne una che consumi di meno. I dati ci dimostrano il contrario: ad esempio nella classifica delle 30 città più inquinate in Europa troviamo ben 17 comuni italiani (tra cui proprio Bergamo e Modena, ma anche Milano, Torino, Brescia e Padova). Tra tutte le cause della sfiducia degli italiani nelle auto elettriche, probabilmente la più importante è costituita dal prezzo troppo elevato; non essendo ancora prodotti in massa, questi mezzi costano troppo. Insomma, l’italia ancora non è pronta al “silenzio” di un’auto elettrica.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl