ALLUVIONE. «Scampato al Vajont rimetto l'elmetto». Di Giancarlo Nicoli

Perché ancora una volta ho rivisto la sofferenza, la miseria di chi si trova da un giorno all'altro senza niente, senza casa, senza macchina.

09/nov/2010 02.00.41 IP Report Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Pronto a sporcarmi le mani di fango. Come sempre, come in Vajont, come in Abruzzo. Perché ancora una volta ho rivisto la sofferenza, la miseria di chi si trova da un giorno all’altro senza niente, senza casa, senza macchina. Una vita, la mia, segnata dall’emergenza. E dal desiderio di riscattare chi si è trovato, come me, nel posto giusto al momento sbagliato. Continua.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl