Eolico: Matteoli, incentivi per l' energia alternativa in rete...

06/lug/2005 01.07.47 Quibio.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
EOLICO: MATTEOLI, INCENTIVI PER L'ENERGIA ALTERNATIVA IN RETE

(AGI) - Roma, 5 lug. - Incentivi per l'immissione in rete di elettricita' prodotta da fonti rinnovabili. E' questa la chiave di volta dell'intervento del ministro dell'Ambiente Altero Matteoli al convegno di Legambiente sull'energia eolica in cui ha annunciato che, su questi temi, e' in via di definizione un pacchetto di decreti e direttive messi a punto con la collaborazione dell'Osservatorio nazionale per le fonti rinnovabili e l'efficienza energetica e d'accordo con il ministero delle Attivita' Produttive.
   Saranno anche definite - ha aggiunto Matteoli - "le modalita' per la ripartizione tra le Regioni della quota nazionale di energia eolica che va assicurata per rispettare gli obiettivi e gli impegni italiani, e le linee guida nazionali per il procedimento unico di autorizzazione degli impianti che producono elettricita' dalle fonti rinnovabili, e dall'eolico in particolare".
   Matteoli si e' anche soffermato sugli impegni che attendono il paese. "Per rispettare il 'Piano di allocazione nazionale delle quote di emissione' previsto dalla direttiva europea 'Emissions Trading', e' necessario assicurare entro il 2007 il completamento della installazione di circa tremila MW di energia eolica che potranno permettere 8 milioni tonnellate l'anno di emissioni evitate di CO2, se la stessa quantita' di elettricita' fosse prodotta con olio combustibile. Questo 'risparmio' di emissioni farebbe certamente bene all' ambiente, ma senz' altro anche all' economia dell'Italia. Calcolando infatti che oggi una tonnellata di anidride carbonica costa sul 'mercato delle emissioni' 20 euro, la mancata realizzazione degli impianti eolici corrisponderebbe ad un costo, per il nostro paese, pari a centottanta milioni di euro l'anno, cioe' 540 milioni di euro nel triennio 2005-2007. Calcolando che le quotazioni della CO2 sono destinate a raddoppiare - ha osservato Matteoli - i costi potrebbero nel triennio avvicinarsi a un miliardo di euro.
   Ma la Direttiva europea ci ! chiede u no sforzo ulteriore per il 2010. Per quella data si potrebbero produrre ulteriori 7.000 megawatt eolici che corrispondono ad almeno 18 milioni di tonnellate l' anno di emissioni evitate di anidride carbonica con un valore economico di almeno 720 milioni di euro l' anno, ovvero 3,6 miliardi di euro nel periodo dal 2008 al 2012.
   Si tratta - ha concluso - di una 'bolletta' molto salata che il paese dovra' pagare se non si preme l' acceleratore sulle energie alternative". (AGI) Red/Cva 051441 LUG 05 -
051631 LUG 05 fonte http://www.agi.it/

Quibio.it l' usa e getta che rispetta l'ambiente - Il primo negozio on line di vendita di prodotti usa e getta Bio eco-compatibili come piatti, bicchieri ecc... rigorosamente biodegradabili e compostabili al 100%.

Quibio.it  l' usa e getta che rispetta l'ambiente -

Il primo e-commerce di prodotti usa e getta Bio eco-compatibili come piatti, bicchieri ecc... rigorosamente biodegradabili e compostabili al 100%.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl