Le energie rinnovabili in Italia e nel mondo...

In pochi anni la Germania ha installato oltre 15mila MW eolici, la Spagna quasi 7mila, la Danimarca 3mila; il Giappone ha invece installato circa 640 MW di impianti fotovoltaici e la Germania oltre 400.

12/lug/2005 13.01.22 Quibio.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Le energie rinnovabili in Italia e nel mondo

Le fonti energetiche rinnovabili stanno vivendo una stagione di grande sviluppo a livello mondiale con un peso sempre più rilevante nella bilancia energetica. Gli investimenti nella ricerca e nell’innovazione tecnologica, la diffusione e la sperimentazione in diversi Paesi ha permesso di realizzare una crescita di potenza e efficienza degli impianti impensabile solo dieci anni fa. L’eolico è oggi la fonte energetica con il maggior tasso di crescita a livello mondiale, con una crescita annua pari al 40%, mentre la superficie di pannelli solari è più che decuplicata in dieci anni. L’Europa sta svolgendo un ruolo da capofila in questo processo, con obiettivi chiari e ambiziosi da parte dell’UE, ma anche risultati straordinari nei Paesi che con più forza hanno creduto e investito nelle nuove fonti energetiche pulite, che hanno visto negli ultimi anni la creazione di decine di migliaia di nuovi posti di lavoro all’interno di un sistema industriale all’avanguardia.
In pochi anni la Germania ha installato oltre 15mila MW eolici, la Spagna quasi 7mila, la Danimarca 3mila; il Giappone ha invece installato circa 640 MW di impianti fotovoltaici e la Germania oltre 400. Se consideriamo la tecnologia più semplice, il solare termico per il riscaldamento dell'acqua, la diffusione comincia ad essere rilevante non solo nei Paesi del Nord Europa ma anche nel Mediterraneo, con una media ogni mille abitanti di 270 mq in Grecia, 313 mq in Austria, 57 in Germania, ma solo 8 in Italia.
In Italia puntare sulle fonti energetiche rinnovabili e in particolare su quella solare e eolica può rappresentare una straordinaria occasione per creare nuova occupazione e ridurre la dipendenza dalle importazioni di greggio, oltre a stimolare la ricerca e l'innovazione tecnologica. Può rappresentare anche una opportunità per ripensare le nostre città, per rinnovare e recuperare edifici che consumano troppa energia, caldi d'estate e freddi d'inverno.
Occorre valorizzare le potenzialità delle differ! enti fon ti (solare termico, solare fotovoltaico, eolico, idroelettrico, biomasse, legno, geotermia a bassa temperatura) puntando proprio sulle diverse vocazioni dei territori. E' proprio l'integrazione delle diverse fonti pulite la prospettiva capace di creare in poco tempo una reale alternativa alle fonti fossili. La riconversione energetica passa in Italia per una vasta diffusione di impianti solari termici sui tetti delle case e delle città (in Italia tre quarti degli edifici esistenti sono stati costruiti nel dopoguerra nelle periferie urbane), di impianti fotovoltaici nelle aziende, negli uffici pubblici, in complessi residenziali, di parchi eolici in tutte le aree compatibili, di minieolico nelle aree agricole e produttive per una domanda diffusa nel territorio; sviluppando la produzione di energia da geotermia, da biomasse, dal legno in tutte le aree adatte.

Le potenzialità nel territorio italiano

Mappa complessiva della irradiazione solare globale italiana Mappa complessiva della velocità media del vento a 50 metri sul livello del mare.

L'Italia sconta ritardi nella diffusione delle fonti rinnovabili che si legano alle difficoltà di rispettare gli obiettivi del protocollo di Kyoto con una tendenza di emissioni climalteranti in crescita. Proprio gli sviluppi che riguardano le tecnologie e i progressi nella ricerca possono però permettere dei notevoli risultati e di recuperare in breve tempo il ritardo nei confronti degli altri Paesi europei. Serve per questo una politica integrata di tipo fiscale e industriale che punti - oltre che sulle rinnovabili - a ridurre i consumi e a promuovere gli usi razionali dell'energia.

Le fonti rinnovabili nei Paesi Europei

EolicoMW installati(2004)
Solare FotovoltaicoMW installati(2003)
Solare TermicoPannelli operativi mq(2003)
Germania
15.329
398
4.715.000
Olanda
1.000
49
395.000
Danimarca
3.094
2**
271.120**
Austria
415*
17
2.542.000
Gran Bretagna
649*
5,5
119.420**
Francia
239*
22
670.000
Spagna
6.800
27
282.000
Grecia
375*
3**
2.850.000
Italia
1.040
26
408.000
Totale EU 15
30.000
562
12.845.000

| *Dati 2003 | **Dati 2002 |

12/07/2005 fonte http://www.fonti-rinnovabili.it


Quibio.it l' usa e getta che rispetta l'ambiente - Il primo negozio on line di vendita di prodotti usa e getta Bio eco-compatibili come piatti, bicchieri ecc... rigorosamente biodegradabili e compostabili al 100%.

Quibio.it  l' usa e getta che rispetta l'ambiente -

Il primo e-commerce di prodotti usa e getta Bio eco-compatibili come piatti, bicchieri ecc... rigorosamente biodegradabili e compostabili al 100%

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl