Energia: Italia produrra piu' solare, da subito 100 Mw.

"E' un passo importante per il solare in Italia - riferisce ancora il ministero dell'Ambiente - ma la vera novita' e' che gli incentivi non saranno erogati in conto capitale ma alla produzione.

15/lug/2005 12.31.02 Quibio.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
ENERGIA: ITALIA PRODURRA' PIU' SOLARE, DA SUBITO 100 MW

(ANSA) - ROMA - L'Italia si scopre piu' solare e investe in energia fotovoltaica. Da subito una potenza da 100 Megawatt e incentivi alla produzione, per 20 anni, per impianti domestici e condominiali, piccole imprese e mini-centrali. E' infatti imminente il varo del decreto legislativo in materia, come annunciato di recente dal ministro dell'Ambiente, Altero Matteoli (''siamo in dirittura d'arrivo''). Un provvedimento molto atteso che ha ricevuto il via libera da parte della Conferenza Stato Regioni.

Soddisfatto il ministero dell'Ambiente, che sta lavorando al decreto di concerto con quello delle Attivita' Produttive. ''E' essenziale raggiungere i 100 Mw il piu' presto possibile - sottolinea il Ministero dell'Ambiente - e non scaglionare l' installazione della potenza in modo da poter lavorare nei prossimi anni per raggiungere, entro il 2015, quota 300 Mw, stabiliti, per quella data, dalla direttiva Ue''. ''E' un passo importante per il solare in Italia - riferisce ancora il ministero dell'Ambiente - ma la vera novita' e' che gli incentivi non saranno erogati in conto capitale ma alla produzione. E il surplus potra' anche essere venduto''. In particolare, lo schema di decreto prevede incentivi per impianti domestici e condominiali fino a 20 chilowatt; per le piccole imprese a impianti da 20 a 50 chilowatt e per mini-centrali fino a 1 Mw. Gli incentivi saranno erogati per ogni Kwh prodotto, per 20 anni.

Plauso da parte di deputati e associazioni per il si' della Conferenza Stato-Regioni e per la svolta annunciata dal Governo. ''Una buona notizia - ha detto Ermete Realacci, dell'esecutivo della Margherita, speriamo non arrivino sorprese. Quello di oggi e' un passo in avanti importantissimo, uno di quelli che da tempo il Paese aspetta per recuperare il gravissimo ritardo accumulato sulle fonti rinnovabili. Basti pensare che - ha concluso Realacci - mentre l'Italia ha pannelli fotavoltaici per soli 26Mw, la Germania negli ultimi anni e! ' arriva ta a 400''. ''Con il via libera della Conferenza Stato Regioni allo schema di decreto sul fotovoltaico - ha detto il direttore generale di Legambiente, Francesco Ferrante - si e' sbloccata una situazione di stallo che durava da dicembre 2003. Ora, il consiglio dei ministri vari il documento al piu' presto''. ''Ci auguriamo a questo punto che il tempismo annunciato sia reale affinche' il decreto non si areni nuovamente - aggiunge Ferrante - e' importante che il Governo continui a ragionare su come aumentare le possibilita' di installazione e raggiungere obiettivi piu' ambiziosi che ci consentano di recuperare il grave ritardo accumulato nei confronti di altri paesi europei''. (ANSA)
14/07/2005 19:11 fonte http://www.ansa.it/

Quibio.it l' usa e getta che rispetta l'ambiente - Il primo negozio on line di vendita di prodotti usa e getta Bio eco-compatibili come piatti, bicchieri ecc... rigorosamente biodegradabili e compostabili al 100%.

Quibio.it  l' usa e getta che rispetta l'ambiente -

Il primo e-commerce di prodotti usa e getta Bio eco-compatibili come piatti, bicchieri ecc... rigorosamente biodegradabili e compostabili al 100%

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl