Imballaggi, un Europeo ne getta mezzo kg. al giorno...

(ANSA) - BRUXELLES, 18 AGO - I cittadini europei producono ogni giorno a testa "quasi mezzo chilo" di rifiuti di imballaggi fatti di vari materiali, e gli italiani sono anche al di sopra di questa media con circa 200 chili pro capite all'anno, meno soltanto di irlandesi e francesi tra i paesi della vecchia Europa.

19/ago/2005 12.34.11 Quibio.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Quibio.it l' usa e getta che rispetta l'ambiente - Il primo negozio on line di vendita di prodotti usa e getta Bio eco-compatibili come piatti, bicchieri ecc... rigorosamente biodegradabili e compostabili al 100%.

Quibio.it  l' usa e getta che rispetta l'ambiente -

Il primo e-commerce di prodotti usa e getta Bio eco-compatibili come piatti, bicchieri ecc... rigorosamente biodegradabili e compostabili al 100%.

AMBIENTE: IMBALLAGGI, UN EUROPEO NE GETTA MEZZO KG AL GIORNO

(ANSA) - BRUXELLES, 18 AGO - I cittadini europei producono ogni giorno a testa ''quasi mezzo chilo'' di rifiuti di imballaggi fatti di vari materiali, e gli italiani sono anche al di sopra di questa media con circa 200 chili pro capite all'anno, meno soltanto di irlandesi e francesi tra i paesi della vecchia Europa. E' quanto emerge dagli ultimi dati comparabili diffusi oggi dalla Commissione europea. Gli imballaggi e le confezioni utilizzate per i piu' svariati prodotti, sono in genere di carta, plastica, vetro, metallo o legno. Bruxelles ha posto nel 2004 l'obiettivo di riciclarne oltre la meta', entro il 2008 per i 15 paesi della vecchia Ue (esclusi Grecia, Irlanda e Portogallo), e con scadenze piu' ampie per gli altri, fino al limite massimo del 2015 previsto per la Lettonia. L'Italia e' in linea con i nuovi target fissati da Bruxelles nel riciclaggio di metalli: in base ai dati diffusi oggi e che risalgono al 2002, ne viene recuperato gia' il 54% a fronte di una richiesta del 50%. Per gli altri materiali, sempre in base agli stessi dati, Roma e' comunque vicina ai numeri decisi dall'Unione. E tuttavia nella vecchia Europa l'Italia e' ormai la terza principale produttrice pro capite di rifiuti di imballaggi, con quasi 200 milioni per abitante all'anno nel 2002, oltre 30 in piu' rispetto al precedente dato del 1997, quando era invece al settimo posto. Gli stati che ne producono di meno sono Finlandia e Grecia con meno di 100 chili pro capite all'anno. Dal 1997 al 2002, soltanto Gran Bretagna, Austria e Danimarca, tra gli stati dell'Ue-15, hanno diminuito il consumo di imballaggi. Le prime quote obbligatorie di riciclaggio di imballaggi sono state stabilite da una direttiva del 1994, che fissava comunque obiettivi abbastanza limitati. Ogni stato doveva per esempio provvedere a riciclare il 15% dei rifiuti di vetro o di carta a fronte del 60% previsto dalla nuova norma del 2004. Sebbene tutti gli stati dell'Ue dei 15 ricic! lano gia ' una quantita' di rifiuti spesso superiore a quanto previsto sia dalla direttiva del 1994 sia da quella di dieci anni dopo, la Commissione Ue lamenta il fatto che, eccetto cinque paesi membri (Austria, Repubblica Ceca, Germania, Lussemburgo e Gran Bretagna), tutti gli altri non hanno ancora dato alcuna informazione sulla trasposizione nelle rispettive legislazioni della direttiva del 2004. Di seguito una tabella con i vecchi e i nuovi obiettivi di Bruxelles e con i dati dei paesi dell'Ue-15 sul riciclaggio globale, di vetro e di materie plastiche. I dati sono espressi in percentuale e sono relativi al 2002. ------------------------------------------------------------ RICICL.GLOB. VETRO PLASTICA OBIETTIVO UE 1994 25 15 15 OBIETTIVO UE 2004 55 60 22,5 ------------------------------------------------------------ AUSTRIA 66 86 30 BELGIO 70 93 29 DANIMARCA 57 90 16 FINLANDIA 49 49 15 FRANCIA 45 52 15 GERMANIA 74 86 49 GRAN BRETAGNA 44 34 19 GRECIA 33 24 3 IRLANDA 35 48 17 ITALIA 51 5 23 LUSSEMBURGO 57 83 28 OLANDA 57 79 16 PORTOGALLO 36 35 9 SPAGNA 44 36 20 SVEZIA 65 88 20 (ANSA). KVW
18/08/2005 17:34 fonte http://www.ansa.it/

Commenta la notizia su QuibioBlog

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl