+++RAVENNA, ALLEVAMENTI "POINTER NEL VENTO": TRIBUNALE CONDANNA VETERINARIO-TITOLARE DEGLI ALLEVAMENTI A 1 ANNO E 6 MESI DI RECLUSIONE, CONFISCA DEI CANI E INTERDIZIONE DELL'ATTIVITA' DI ALLEVAMENTO PER TRE ANNI. ASSOCIAZIONI RICONOSCIUTE PAR

LA LAV ESPRIME SODDISFAZIONE L'allevatore-veterinario G.G. Guberti, titolare degli allevamenti "Pointer nel vento" di Osteria e Campiano (Ravenna), è stato oggi condannato dal Tribunale di Ravenna per maltrattamento di animali: un anno e sei mesi di reclusione, confisca dei cani maltrattati e interdizione dell'attività di allevamento per tre anni, la pena comminata.

24/feb/2011 18.31.00 LAV Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

+++Comunicato stampa LAV 24 febbraio 2011

RAVENNA, ALLEVAMENTI “POINTER NEL VENTO”: TRIBUNALE CONDANNA VETERINARIO-TITOLARE DEGLI ALLEVAMENTI A 1 ANNO E 6 MESI DI RECLUSIONE, CONFISCA DEI CANI E INTERDIZIONE DELL'ATTIVITA' DI ALLEVAMENTO PER TRE ANNI. ASSOCIAZIONI RICONOSCIUTE PARTE CIVILE. LA LAV ESPRIME SODDISFAZIONE

 

L’allevatore-veterinario G.G. Guberti, titolare degli allevamenti “Pointer nel vento” di Osteria e Campiano (Ravenna), è stato oggi condannato dal Tribunale di Ravenna per maltrattamento di animali: un anno e sei mesi di reclusione, confisca dei cani maltrattati e interdizione dell’attività di allevamento per tre anni, la pena comminata. Riconosciuto il danno subito dalle Associazioni animaliste costituitesi parte civile, che avevano chiesto un risarcimento simbolico di 1 euro.

 

Una sentenza importante e che non lascia adito ad interpretazioni. Il trattamento imposto ai cani allevati da Guberti, considerato normale nel mondo venatorio, violava il Codice penaledichiara Ilaria Innocenti, responsabile LAV, settore Cani e gattiSiamo soddisfatti per la decisione del giudice nel procedimento scaturito da una denuncia della LAV, che ha permesso di non tenere più in un cassetto le numerose segnalazioni presentate da cittadini e associazioni locali”.

 

La condanna odierna è la conferma del positivo operato e delle procedure adottate dal Corpo Forestale dello Stato e dagli ausiliari di Polizia giudiziaria, nonostante le strumentali interpretazioni fornite da detrattori con interessi economici. In particolare il fondamentale sequestro preventivo dei cani, che ha permesso l’interruzione dei maltrattamenti, fino alla confisca odierna”, conclude l’Avvocato Carla Campanaro, dell’Ufficio legale della LAV.

 

La LAV ringrazia l’avvocato Andrea Visani, del Foro di Ravenna, per l’assistenza fornita.

 

24.02.2011

Ufficio stampa LAV 06.4461325 – 329.0398535

www.lav.it

 

 



__________ Informazioni da ESET NOD32 Antivirus, versione del database delle firme digitali 5904 (20110224) __________

Il messaggio è stato controllato da ESET NOD32 Antivirus.

www.nod32.it



__________ Informazioni da ESET NOD32 Antivirus, versione del database delle firme digitali 5904 (20110224) __________

Il messaggio è stato controllato da ESET NOD32 Antivirus.

www.nod32.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl