BRACCIANO, CITTADINI DENUNCIATI E IMBAVAGLIATI

CITTADINI DENUNCIATI E IMBAVAGLIATI DALL'AMMINISTRAZIONE SALA Causa civile e diritto di replica negato su FUORI DAL COMUNE Nel gennaio scorso l'amministrazione ha speso € 2.000 dei contribuenti per pubblicare un numero speciale del periodico d'informazione (!) "Fuori dal Comune" e spiegare quanto oculata è stata la sua gestione in materia di edilizia ed urbanistica.

19/mar/2011 11.21.35 fioree Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

CITTADINI DENUNCIATI E IMBAVAGLIATI

DALL’AMMINISTRAZIONE SALA

 

Causa civile e diritto di replica negato su FUORI DAL COMUNE

 

Nel gennaio scorso l’amministrazione ha speso € 2.000 dei contribuenti per pubblicare un  numero speciale del periodico d’informazione (!) “Fuori dal Comune” e spiegare quanto oculata è stata la sua gestione in materia di edilizia ed urbanistica. Non che la cosa non fosse già sotto gli occhi di tutti: gli scempi di Prato Giardino, via delle Ferriere e via del Lago sono piuttosto difficili da nascondere. E alle richieste di replica da parte di chi si era sentito vilipeso ha risposto che non era possibile pubblicarle perché, sulle questioni, pendevano indagini della Magistratura. Ma quelle indagini non erano già in corso quando hanno pubblicato il numero speciale? Infatti, parte dell’Amministrazione Sala all’epoca era già imputata (nelle persone del Sindaco, degli assessori Capparella e Cavini, dei Capi Area Di Matteo, V. Signore e Razzino, del Segretario comunale R. Signore e dell’arch. W. Mariani) e/o indagata dalla Procura di Civitavecchia per gli abusi, per ora solo presunti, commessi nella gestione della cosa pubblica”.

 

Altri 7.000 €  sono stati stanziati con delibera di Giunta immediatamente esecutiva (n. 36 dell’1.02.2011) a favore degli avvocati Fiore e de Crescienzo di Roma per promuovere azione civile di risarcimento danni (3.000.000 euro!) verso una parte di coloro (chissà perché non tutti!) che hanno leso l’immagine e la rispettabilità del Comune, intervenendo nei servizi apparsi sul TG1 e su RAI News. La delibera è stata approvata dal sindaco Giuliano Sala, dal vice-sindaco Carone e dagli assessori de Santis, Lucci e Michelangeli (assenti Nardelli, Capparella e Cavini). Ma non c’era anche il Sindaco in quei servizi?!

 

L’AMMINISTRAZIONE SI PREOCCUPA DELL’IMMAGINE DI BRACCIANO

O DELLA PROPRIA, ABBONDANTEMENTE  COMPROMESSA?

 

La causa civile sarà un’ottima opportunità per far emergere altre verità scomode sull’operato dei nostri amministratori, mentre altre indagini sono al vaglio della Procura.

Nel frattempo serpeggia il malumore all’interno del palazzo comunale: dopo le dimissioni di Cavini da vice-sindaco, sono arrivate quelle di V. Signore da Capo Area dello Sportello Unico per l’Edilizia per “il profondo disagio e le difficoltà ad esercitare le mie funzioni”. Ricordiamo che 34 tecnici tra ingegneri, architetti e geometri hanno sottoscritto una protesta contro la gestione dell’amministrazione comunale (“disfunzioni, ritardi, omissioni, errori, inutili prescrizioni, interpretazioni … discrezionali delle norme”). Tra i firmatari anche noti  professionisti coinvolti nei cantieri sequestrati: lacrime di coccodrillo?

 

MA DOV’E’ FINITA LA TRASPARENZA SBANDIERATA DAL SINDACO?

 

 

Ass.Salviamo Bracciano, Pro-Comitato Centro Storico

Info: braccianoparla@gmail.com

Tel.349.5236855 �“ 339.4641014 - Facebook: Bracciano parla 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl