Comunicato LAV. COSMETICI, LAV: BOTOX TESTATO SU TOPI VIVI. IL 9 E 10 APRILE IN TANTE PIAZZE D'ITALIA PETIZIONE LAV (www.lav.it) PER DIFENDERE IL BANDO TOTALE DEI TEST COSMETICI SU ANIMALI

Comunicato stampa LAV 7 aprile 2011 COSMETICI, LAV: BOTOX TESTATO SU TOPI VIVI.

07/apr/2011 18.29.42 LAV Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

Comunicato stampa LAV 7 aprile 2011

COSMETICI, LAV: BOTOX TESTATO SU TOPI VIVI.

IL 9 E 10 APRILE IN TANTE PIAZZE D’ITALIA PETIZIONE LAV (www.lav.it) PER DIFENDERE IL BANDO TOTALE DEI TEST COSMETICI SU ANIMALI

 

Topi più belli grazie al botulino? Può sembrare irreale e invece accade davvero: la tossina botulinica, la proteina più tossica finora conosciuta, utilizzata come preparazione farmacologica e in medicina estetica come potente antirughe, è testata su centinaia di migliaia di topi vivi. Non se la passano meglio neppure gli animali costretti a testare dentifrici, rossetti o shampoo: conigli, topi e ratti rischiano di continuare a morire nei laboratori europei se l’UE deciderà di posticipare il divieto totale di test cosmetici su animali che dovrebbe entrare in vigore dopo il marzo 2013, ma con una possibilità di slittamento di altri 10 anni se non saranno stati sviluppati test alternativi adeguati. La LAV (www.lav.it) vuole scongiurare questo rischio, che comporterebbe un ritardo nel progresso della ricerca e in termini di sicurezza, e per migliaia di animali ancora sofferenze e morte: anche sabato  9 e domenica 10 aprile sarà in tante piazze d’Italia con una petizione rivolta all’Unione Europea e al Governo italiano affinché il divieto totale dei test cosmetici sia rispettato.  Per tutti sarà disponibile gratuitamente la nuova “Guida pratica ai cosmetici non testati su animali contenente l’indicazione di numerose aziende nazionali ed estere aderenti allo Standard internazionale “Stop ai test su animali”.

 

Il botox è tra i prodotti di bellezza più in voga, ma non tutti sanno che i topi soffrono e muoiono nei laboratori italiani ed europei per sperimentare la proteina neurotossica prodotta dal batterio Clostridium botulinum, in diverse tipologie per differenti usi: in Italia nel 2004 è stata approvata come farmaco per uso estetico, è approvata in più di 80 paesi, con diverse indicazioni terapeutiche.

 

“Per i topi non c’è scampo: muoiono dopo lente agonie e spasmodiche convulsioni in seguito all’iniezione di alti dosaggi del principio cosmetico che paralizza lentamente il sistema respiratorio e porta a morte dopo ore di progressivo soffocamento; se sopravvive all’esperimento, al termine della procedura viene comunque ucciso - dichiara Michela Kuan, biologa, responsabile LAV Vivisezione - Studi condotti su animali per applicazioni terapeutiche sostenevano che la tossina botulinica potesse raggiungere il midollo spinale ed esercitare effetti sul suo funzionamento, ma investigazioni sull’uomo (pubblicate su Neurology) hanno confermato l’inattendibilità dei risultati dei test condotti su animali. Il problema riguarda non solo il botox, ma tanti altri prodotti: da decenni una parte crescente del mondo scientifico lamenta l’inattendibilità del modello animale a fini sperimentali a causa dell’estrema variabilità dei risultati da specie a specie, molte ricerche lo confermano e hanno portato all’indispensabile sviluppo di test alternativi: eppure ancora oggi migliaia di animali sono sottoposti a test cosmetici che non solo infliggono loro sofferenze e morte, ma non offrono adeguate garanzie di sicurezza ai consumatori.” 

 

Attualmente e almeno fino al marzo 2013 rimangono praticabili 5 test cosmetici fortemente invasivi:

         tossicità per uso ripetuto: conigli e ratti sono costretti a mangiare o inalare ingredienti cosmetici, oppure la sostanza gli viene spalmata sulla pelle rasata per un periodo che può arrivare fino a 90 giorni. A fine esperimento l’animale viene soppresso.

         Tossicità riproduttiva: femmine gravide di coniglio o ratto sono alimentate forzatamente con la sostanza da testare e uccise per studiarne il feto.

         Tossico cinetica: conigli e ratti sono costretti ad ingerire la materia prima, vengono poi soppressi per esaminare la distribuzione e l’accumulo della sostanza negli organi (assorbimento, distribuzione, metabolismo ed escrezione della sostanza in esame).

 

Nonostante le obiezioni avanzate dalle associazioni animaliste e da una parte della ricerca scientifica, la Commissione UE ha ritenuto che sotto la dicitura “tossicità ripetuta” venissero inclusi anche due ulteriori test:

         sensibilizzazione cutanea: cavie e topi ai quali è stato rasato il pelo, vengono messi a contatto con la sostanza per determinare eventuali relazioni allergiche. A fine esperimento gli animali vengono soppressi.

         Cancerogenicità: i ratti sono alimentati forzatamente con la sostanza da testare per almeno 2 anni, quindi vengono uccisi ed esaminati per verificare l’eventuale insorgenza del cancro.

 

Sabato 9 e domenica 10 aprile la LAV invita i cittadini a:

•Firmare la petizione per il bando totale dei test cosmetici: trova la piazza più vicina su www.lav.it

•Dare la preferenza ai cosmetici aderenti allo Standard “Stop ai test su animali”: vieni in piazza a ritirare gratuitamente la “Guida pratica” da portare sempre con te.

•partecipare al concorso “Amali anche quando ti ami” (L'Erbolario-LAV): firmando la petizione ai tavoli LAV o presso i rivenditori L’Erbolario (28 marzo-30 aprile 2011) si partecipa all’estrazione di 100 confezioni di prodotti L’Erbolario. L’estrazione avverrà a Roma il 19/07/2011 (ore 12) presso la Sede LAV (V. Regina Margherita 177) in un evento aperto al pubblico. Regolamento del concorso disponibile presso i rivenditori L’Erbolario aderenti all’iniziativa e su www.lav.it: qui sarà pubblicato l’elenco dei vincitori.

•Sostenere questa campagna con una piccola donazione: per te il tradizionale uovo di Pasqua della LAV (cioccolato fondente, commercio equo e solidale).

 

Disponibili: video test cosmetici, foto, scheda d’approfondimento

 

07 aprile 2011

Ufficio stampa LAV 06 4461325 – 339 1742586 – 329 0398535 www.lav.it

 



__________ Informazioni da ESET NOD32 Antivirus, versione del database delle firme digitali 6022 (20110407) __________

Il messaggio è stato controllato da ESET NOD32 Antivirus.

www.nod32.it



__________ Informazioni da ESET NOD32 Antivirus, versione del database delle firme digitali 6022 (20110407) __________

Il messaggio è stato controllato da ESET NOD32 Antivirus.

www.nod32.it


__________ Informazioni da ESET NOD32 Antivirus, versione del database delle firme digitali 6023 (20110407) __________

Il messaggio è stato controllato da ESET NOD32 Antivirus.

www.nod32.it



__________ Informazioni da ESET NOD32 Antivirus, versione del database delle firme digitali 6023 (20110407) __________

Il messaggio è stato controllato da ESET NOD32 Antivirus.

www.nod32.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl