"TRA I FUOCHI IN MEZZO AL CIELO": PAOLA TURCI PRESENTA AD ECORADIO IL SUO NUOVO LAVORO

31/ott/2005 09.20.19 Ecoradio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Si parla anche di ambiente, pace e diritti umani nell'intervista esclusiva che Paola Turci ha rilasciato ad Ecoradio, curata da Francesco Giammetti, che si può riascoltare collegandosi a www.ecoradio.it. La cantante romana ci ha raggiunto nei giorni scorsi in studio, per presentare il nuovo album, "Tra i fuochi in mezzo al cielo" (On the road music factory, 2005) già nei negozi di dischi dal 16 settembre. Una raccolta di inediti pubblicata a poco più di un anno dall'uscita di "Stato di calma apparente", ultima antologia di Paola Turci contenente, tra gli altri, il brano "Il Gigante", dedicato ad Adriano Sofri. Il nuovo disco è trascinato dal singolo "Dimentichiamo tutto", cui Ecoradio sta già dedicando l'adeguata attenzione. Tanti i brani a sfondo sociale della cantante romana, a partire da "Bambini", canzone con cui Paola Turci vinse la sezione giovani del Festival di Sanremo nel 1989. Ed il titolo del nuovo album, spiega l'artista, indica proprio le esplosioni e gli attacchi che sporcano il cielo di tutto il mondo da qualche anno a questa parte.  «L'importanza che do alle parole è massima - dice Paola Turci - raggiunge il vertice del lavoro che svolgo. Non mi piace l'ipocrisia nei testi, non mi piace dire una cosa e poi essere un'altra». Musica e solidarietà, solo operazione commerciale? «Il principio è ottimo. Si collegano due sensibilità forti. Poi diventa tutto un'altra cosa. Nel dietro le quinte tutto si trasforma in un programma, importante e imponente, ma televisivo».
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl