ORICOLA - Allarme amianto, si va verso la soluzione

ORICOLA - Allarme amianto, si va verso la soluzione .

Persone Suby News È
Luoghi Abruzzo, L'Aquila, Avezzano, Carsoli, Oricola, Pereto
Argomenti diritto, istituzioni, legislazione

23/lug/2011 12.48.31 Virgilio E. Conti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ORICOLA - Allarme amianto, si va verso la soluzione

E’ l’amianto deteriorato e polverizzato della ex fornace Corvaia di Oricola, un enorme e fatiscente capannone industriale che suscita ripugnanza come relitto e scempio del verde paesaggio intorno; però non basta, c’è pure l’amianto, quello della peggior specie, e giace lì, da sempre, movimentato solo dalle aggressioni ambientali e dal vento che spostandolo ne rende possibile l’inalazione da parte di chi ha la sventura di respirare nei paraggi. (InviatoSpeciale si è già occupato varie volte della questione, l’ultima volta nell’articolo leggibile qui, ndr).

Ci troviamo per la precisione in via L’Aquila, località Golfarolo, presso la Strada Statale Tiburtina Valeria e Via Spineta, Comune di Oricola, provincia dell’Aquila. Le adiacenze sono quelle di Carsoli, Pereto, ed altri centri abitati della Piana del Cavaliere, in Abruzzo.

La vicenda è ben nota; gli appelli, le denunce e le segnalazioni si susseguono da anni e il tempo passa. I responsabili, per lungo tempo inadempienti agli obblighi di legge ed alle ordinanze del Comune, subiscono il sequestro penale del sito inquinato, vengono condannati in tribunale e si appellano. E nonostante l’evidenza certificata dalle tante carte l’appello viene accolto, il processo passa da Avezzano a L’Aquila e il tempo passa ancora …quegli impigli che, intralciando i percorsi amministrativi e allungando a dismisura i tempi, sono denominati lungaggini burocratico-giudiziarie, nel caso di specie generano anche ombre di complicità e negligenza.

Spiragli di soluzione?

Il Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica, in relazione a questa vicenda, in data 12 luglio ha reso noto quanto segue: “Il Prefetto dell’Aquila, interessato da questo Ufficio, ha riferito che la situazione del sito ex fornace Corvaia di Oricola è attentamente monitorata dalle Istituzioni locali, in particolare dal Comune, dall’ASL n° 1 e dalla Direzione Ambiente Turismo Energia – Servizio Gestione Rifiuti della Regione Abruzzo, in funzione dell’attuazione degli interventi di cui all’art. 250 del D. lgs n ° 152/2006”.Insomma, sembra imminente l’auspicato momento in cui la pubblica amministrazione eserciterà i poteri sostitutivi così da difendere finalmente salute pubblica e ambiente in questa zona di territorio gravemente devastata.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl