Digiuno di lotta notav

15/ago/2011 15.17.15 Coord. Comitati NO TAV Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA
Movimento NO TAV Val Susa, Val Sangone, Torino e Cintura

Digiuno di lotta notav
Dopo due settimane di digiuno a staffetta inizia una nuova fase di lotta più determinata: dal giorno 4 agosto Nicola Arboscelli, al tredicesimo giorno di astensione dal cibo, Stefano Milanesi e Turi Vaccaro andranno ai cancelli della centrale, si legheranno e, in silenzio, intensificheranno la loro azione.

Nicola astenendosi anche dall'acqua, Turi riprendendo il digiuno interrotto e Stefano iniziando l'astensione dal cibo.

Le richieste sono chiare e alte:

La fine della presenza militare e poliziesca sul territorio;

L'immediata cessazione dell'utilizzo dei gas CS sulla popolazione e
sulla natura;

Costringere le autorità ad accetare un confronto serio sulla necessità
di quest'opera.

La mancanza di questo dialogo si presta al forte rischio di creare uno scontro con la popolazione.

Altri si aggiungeranno, come già nei giorni scorsi.

Venerdì 5 agosto, vicino al monumento agli alpini situato di fronte all'ospedale di Susa, in occasione della festa patronale, verrà approntato un piccolo presidio dalle ore 8 alle ore 24 dove è prevista la presenza dei digiunanti.


NOTAV, una garanzia per il futuro
A cura dell’ufficio stampa del movimento NOTAV
Chiomonte, 3 agosto 2011
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl