c'è sempre qualcuno al di sopra della legge

06/set/2011 13.41.46 fioree Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

C’È SEMPRE CHI È AL DI SOPRA DELLA LEGGE

 

a proposito del matrimonio Ecclestone a Bracciano (27 agosto scorso)

 

 

Abito a Bracciano e subisco i matrimoni sfarzosi al castello Odescalchi come se fossimo ancora nel medioevo, dove il principe si sollazza senza preoccuparsi dei disagi provocati ai poveri servi della gleba.

Si è parlato di un milione mezzo di euro di spesa, 40.000 euro solo di fuochi d’artificio. In un momento così drammatico per le famiglie italiane, assistere a questa provocazione è davvero umiliante, soprattutto per come è stata alimentata da una certa stampa.

Dal punto di vista economico, questo matrimonio non ha portato alcun beneficio al paese Italia. Salvo qualche briciola ai braccianesi,  l’organizzazione di queste feste faraoniche in genere è affidata a ditte esterne (servizio d’ordine, catering, hostess, impiantistica, sbandieratori, artificieri, ecc.). Nel caso Ecclestone, è stato tutto organizzato e portato dall’Inghilterra, stoviglie comprese. Il castello è stato chiuso per 10 giorni, sospese le visite guidate, disagi nelle vie d’accesso alla piazza e al centro storico. Questo ha limitato la clientela di negozi e ristoranti che si sono trovati intrappolati con qualche sparuto avventore e tanti curiosi.. TIR, camion, pullman hanno  intasato la cittadina già provata dalla viabilità ordinaria. E’ anche bene che si sappia che, quando c’è una festa al castello,  i residenti nel centro storico di solito vengono svegliati verso le 3, 4 del mattino al termine delle feste,  a causa dello scarico del catering, che è effettuato con camion e nastri trasportatori. Sembra di stare ai mercati generali e non in una amena località turistica dove la gente viene a rilassarsi al lago. Anche i fuochi d’artificio, subiti anche 2 o 3 volte a settimana, sono temuti come una disgrazia: quelli dal castello vengono sparati tra le 23.00 e mezzanotte, senza avvisare la cittadinanza, senza chiedere il permesso all’amministrazione comunale: sono detonazioni potentissime, simili a bombardamenti, che  svegliano di soprassalto chi si è appena addormentato (Bracciano è piena di pendolari), seminando paura nei bambini, problemi ai cardiopatici e agli anziani, terrore tra le specie animali  (siamo circondati dal parco regionale). E pensare che la zona era stata tutelata dal Piano Acustico della ASL, che vieta di superare i 65 decibel di giorno e 55 di notte. Invece, normalmente si superano i 115, ma quelli degli Ecclestone  sono stati di una violenza inaudita e di durata infinita, con spostamento d’aria, finestre che tremavano, incendi.  E’ andato a fuoco anche un uliveto con gli orti adiacenti (gli Ecclestone hanno risposto che tanto sono assicurati!).

Al termine di queste cannonate non si riusciva a respirare, a causa di una nube di gas formata dalle polveri sottili dei metalli pesanti, che si depositano dappertutto (orti, giardini, sull’acqua del lago). Nonostante sia una consuetudine, non sono mai state fatte analisi al riguardo e nessuno sa l’incidenza che possono avere sulla salute.  

Da anni residenti e associazioni locali chiedono fuochi artificiali senza il botto, adottati in altre località e non per questo meno belli. Chiedono di regolamentare l’attività del castello, rispettando i diritti dei comuni mortali, ma evidentemente c’è sempre chi è al di sopra della legge.

 

Fiorenza Rossetto

fiorenza.rossetto@gmail.com

via del Lago, 12 - 00062 Bracciano (Roma)

Tel.06.9988466 - 339.4641014

Skype: fioreross

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl