Comunicato LAV. ALLA MARCIA DELLA PACE PERUGIA-ASSISI (25/9) LA PROTESTA ANTICACCIA DELLA LAV: CONTRO LE STRAGI DELLE DOPPIETTE, PER IL RISPETTO DI OGNI VIVENTE

Allegati

23/set/2011 11.59.49 LAV Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

Comunicato stampa LAV 23 settembre 2011

 

ALLA MARCIA DELLA PACE PERUGIA-ASSISI (25/9) LA PROTESTA ANTICACCIA DELLA LAV: CONTRO LE STRAGI DELLE DOPPIETTE, PER IL RISPETTO DI OGNI VIVENTE

 

La caccia è una guerra, che si combatte tutto l’anno su tutto il territorio, con armi e munizioni, contro vittime indifese. E' da questa drammatica certezza che parte la manifestazione anti-caccia organizzata dalla LAV in concomitanza e all'interno della Marcia della Pace Perugia-Assisi di domenica 25 settembre, a pochi giorni dal via libera alla stagione delle doppiette. Alla manifestazione anticaccia hanno aderito AIDAA, ANIMALISTI ITALIANI, ASSOCIAZIONE VITTIME DELLA CACCIA, ENPA, ITALIA MERAVIGLIOSA, ITALIA NOSTRA, LAC, LIPU, NO ALLA CACCIA, OIPA, VAS.

 

Un appuntamento simbolico nella culla del francescanesimo e nel cuore di una delle regioni più attive dal punto di vista venatorio, afferma la LAV, che ha previsto per i suoi sostenitori quattro diversi punti di incontro lungo il percorso, per consentire a tutti di partecipare per dire basta alla guerra contro ogni vivente, umano e non umano.

 

Aldo Capitini, padre della nonviolenza in Italia e fondatore 50 anni fa della Marcia Perugia-Assisi, credeva nell’imperativo 'non uccidere' anche per gli animali, un principio etico fondamentale per vivere in un mondo libero da tutte le guerre”, ricorda Massimo Vitturi, Responsabile LAV settore Caccia e Fauna.

 

Partecipiamo alla Marcia per sostenere l’appello al rispetto della vita - aggiunge Vitturi - per ricordare che ogni anno muoiono, decimati dalle doppiette, milioni di animali, e con loro una parte del nostro Pianeta e la bellezza della natura, dell'ambiente e della biodiversità. In segno di dissenso verso l'uccisione di ogni essere vivente e per protestare contro il Decreto Legislativo Prestigiacomo che offre 'sconti' ai bracconieri e contro i tentativi di introdurre la caccia nei parchi, che nelle scorse settimane hanno visto protagonista il senatore Molinari presentatore di un emendamento “ammazza-tutto”.

 

La caccia causa ogni anno circa 100 milioni di vittime animali, e, in media, circa un centinaio di vittime umane fra morti e feriti (fonte: Associazione vittime della caccia). Una scelta imposta dall'1% della popolazione, mentre, secondo i più recenti sondaggi - il Rapporto Italia 2011 di Eurispes - l'80,5% degli italiani si dichiara poco o affatto d'accordo con l' attività venatoria.

 

Per conoscere i meeting points e partecipare alla Manifestazione anticaccia alla Marcia Perugia-Assisi (25 settembre), vai su www.lav.it, oppure telefona la LAV (tel. 06 4461325). Puoi seguire i dettagli della manifestazione anche su Facebook.

 

23 settembre 2011

Ufficio stampa LAV 06 4461325 – 339 1742586 www.lav.it

 

 

LAVONLUS_72dpi
LAV Sede Nazionale
Viale Regina Margherita 177 - 00198 Roma
Tel. +39 06 4461325
Fax +39 06 4461326
web :
www.lav.it

 

 

 



__________ Informazioni da ESET NOD32 Antivirus, versione del database delle firme digitali 6487 (20110923) __________

Il messaggio è stato controllato da ESET NOD32 Antivirus.

www.nod32.it



__________ Informazioni da ESET NOD32 Antivirus, versione del database delle firme digitali 6487 (20110923) __________

Il messaggio è stato controllato da ESET NOD32 Antivirus.

www.nod32.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl