(embargo fino h 12). Comunicato LAV. TRATTA DEI CUCCIOLI DALL'EST EUROPA, LAV: CONTRO QUESTO REATO, ECCO IL MANUALE PER L'APPLICAZIONE DELLA NUOVA LEGGE. LA STORIA A LIETO FINE DEI CUCCIOLI SEQUESTRATI E AFFIDATI ALLA LAV, MA ALTRI ANIMALI RISCHIANO...

LA STORIA A LIETO FINE DEI CUCCIOLI SEQUESTRATI E AFFIDATI ALLA LAV, MA ALTRI ANIMALI RISCHIANO LA VITA Contro il reato di traffico di cuccioli dall'Est Europa, che coinvolge migliaia di cani e gatti, è stato redatto il primo Manuale "Procedure per l'esecuzione dei controlli nella movimentazione comunitaria di cani e gatti", realizzato da Ministero della Salute, LAV e FNOVI in collaborazione con la Polizia di Stato, con il patrocinio dei Ministeri degli Affari Esteri e del Turismo.

Persone Maria Falvo Responsabile, Martini, Ilaria Innocenti, Roberto Bennati, Francesca Martini, Franco Frattini, Nanà
Luoghi Roma, Italia, Palermo, Pistoia, Prato, Strasburgo, Verona, Europa dell'Est, Regina Margherita
Organizzazioni Polizia Stradale, Ministero dell'Interno, Ministero degli Esteri, Carabinieri, Unione Europea, Ministero della Sanità, LAV, Polizia di Stato
Argomenti diritto, commercio, diritto penale, legislazione

Allegati

27/set/2011 08.41.24 LAV Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

EMBARGO FINO ALLE ORE 12 DI OGGI

 

cover manuale traffico cuccioliComunicato stampa LAV 27 settembre 2011

 

TRATTA DEI CUCCIOLI DALL’EST EUROPA, LAV: CONTRO QUESTO REATO, ECCO IL MANUALE PER L’APPLICAZIONE DELLA NUOVA LEGGE.

LA STORIA A LIETO FINE DEI CUCCIOLI SEQUESTRATI E AFFIDATI ALLA LAV, MA ALTRI ANIMALI RISCHIANO LA VITA

 

Contro il reato di traffico di cuccioli dall’Est Europa, che coinvolge migliaia di cani e gatti, è stato redatto il primo Manuale “Procedure per l’esecuzione dei controlli nella movimentazione comunitaria di cani e gatti, realizzato da Ministero della Salute, LAV e FNOVI in collaborazione con la Polizia di Stato, con il patrocinio dei Ministeri degli Affari Esteri e del Turismo. Il Manuale è stato presentato questa mattina presso il Ministero degli Affari Esteri, nel corso di una conferenza stampa del Ministro degli Esteri Franco Frattini e del Sottosegretario al Ministero della Salute Francesca Martini, insieme a LAV e FNOVI.

 

Il Manuale, diretto a Veterinari ufficiali e Forze dell’Ordine, ha lo scopo di ottimizzare le attività di contrasto della tratta di cuccioli dall’Est Europa verso l’Italia e l’applicazione della Legge 201/2010* - che ha introdotto lo specifico reato di traffico di animali ‘da compagnia’ - e fornisce la conoscenza del complesso quadro normativo che regola gli scambi commerciali di questi animali tra Paesi UE e la loro introduzione sul nostro territorio, dichiara Roberto Bennati, vicepresidente della LAV.

 

Strutturato in maniera schematica, il Manuale si compone di una parte testuale, che descrive le disposizioni relative alla movimentazione di cani e gatti all’interno dei Paesi dell’Unione Europea e verso l’Italia per quanto riguarda lo scambio commerciale legale, fornendo tutti i dettagli tecnico-normativi cui questo deve rispondere e i fac-simile dei certificati e della documentazione che il trasportatore deve presentare, oltre alla descrizione delle fattispecie di reato codificate, invece, dalla Legge 201/2010*.

 

Alla parte testuale seguono una serie di tabelle che riportano sinteticamente le fattispecie di reato nel caso di sanzioni penali, o la descrizione dell’illecito nel caso di sanzioni amministrative; la norma o l’articolo di riferimento violati, la sanzione prevista; le competenze e la possibilità o meno di far ricorso a sequestro e/o confisca degli animali, in base a quanto previsto dalla Legge 201/2010*; nonché quanto previsto in caso di inosservanza delle norme che regolano il trasporto e il commercio legali.

 

L’insieme permette una consultazione rapida, consentendo l’immediata individuazione dell’argomento d’interesse e quindi l’applicazione pratica: “negli ultimi anni la movimentazione illecita di cuccioli di cane e gatto è fortemente cresciuta, rendendo necessari interventi normativi specifici: il Manuale costituisce lo strumento pratico affinché le norme trovino piena applicazione sul campo”, aggiunge Ilaria Innocenti, responsabile LAV settore Cani e Gatti.

 

carlino

Le prime vittime di questo mercato illegale sono gli animali, che spesso rischiano la vita. Ce l’hanno fatta, invece, i cuccioli strappati al commercio dei trafficanti nel 2008 e affidati in custodia legale alla LAV: Carlino Heidi e Nanà (prime tre FOTO) sono stati accolti in famiglia.

 

NanàTra i sequestri più recenti, vi è quello di otto cuccioli (quattro bulldog inglesi, due akita inu, una carlina e un siberian husky, FOTO) che a  maggio la Polizia Stradale di Verona ha sottratto ai loro aguzzini in viaggio su un camion ungherese: i cani, al momento del sequestro tutti privi di microchip, di documenti di viaggio, di vaccinazioni e in condizioni precarie, sono stati affidati alla LAV di Verona che, con i suoi volontari, ha provveduto alle loro cure e al felice inserimento in famiglia. Per questo caso la Polstrada ha denunciato due persone per il reato di traffico illegale di cuccioli.

 

 

HEIDI

cuccioli dalla Romania 001 (15) (1)Nel giugno del 2011, la prima sentenza di condanna in applicazione della Legge 201/2010*: è stata emessa dal Tribunale di Pistoia verso tre persone, con il patteggiamento di pene fino a 3 anni e 1 mese di reclusione. I tre, padre e figlio e una donna ungherese, furono arrestati (febbraio 2011) a conclusione dell’indagine denominata Kutya (in ungherese: cane), ad opera del Corpo Forestale dello Stato di Pistoia e Prato e coordinata dalla Procura della Repubblica di Pistoia, nell’ambito della quale furono sequestrati 27 cuccioli importati illegalmente dall'Europa dell'Est, oltre a 175 documenti comprovanti la vendita degli animali, 130 passaporti ungheresi di cani e altro materiale fra cui documenti sanitari, cellulari, computer, medicinali veterinari, microchip e siringhe per il loro inserimento.

 

cuccioli dalla Romania 001 (6)Determinante per l’introduzione della nuova fattispecie di reato, è stato l’impegno del Ministro Frattini per la ratifica della Convenzione di Strasburgo del lontano 1987, il cui Disegno di Legge è stato approvato dal Parlamento nell’ottobre 2010 ed è in vigore dal 4 dicembre 2010 con la Legge 201/10*.

 

“Al Ministro Frattini, al Sottosegretario Martini e alle forze di polizia, va il nostro plauso per la convinta determinazione nel contrastare questo squallido business illegale che muove un giro d’affari annuo stimato in 300 milioni di euro, in cui esseri viventi indifesi sono ridotti a merce su cui lucrare senza scrupoli - conclude il vicepresidente della LAV Roberto Bennati - Un traffico ancor più spregevole se si pensa ai tanti cani nei canili, adottabili peraltro gratuitamente”.

 

Per favorirne la diffusione, questo prontuario è già stato presentato alle Delegazioni dei Servizi veterinari dei Paesi Membri dell’Unione Europea in occasione dell’Assemblea annuale dei veterinari europei, svoltasi nel giugno scorso a Palermo. Il Ministero della Salute lo distribuirà agli Uffici periferici e territoriali (Pif, UVAC), ai Nas dei Carabinieri e ai Servizi veterinari, tramite le Regioni, mentre il Ministero dell’Interno ne assicurerà la diffusione ai Compartimenti e alle Sezioni della Polizia Stradale presenti sul territorio. Il Ministero degli Esteri, infine, assicurerà la distribuzione del Manuale alle Rappresentanze dei Paesi dell’Est Europa.

 

cuccioli romania 009 COSA PREVEDE LA LEGGE 201/2010*

Aumenta le sanzioni, previste dal Codice penale, per chi maltratta e uccide animali. Introduce il nuovo reato di “Traffico illecito di animali da compagnia”: chiunque, al fine di procurare a sé o ad altri un profitto, reiteratamente o tramite attività organizzate, introduce, trasporta, cede o riceve cani o gatti privi di sistemi di identificazione individuale (microchip o tatuaggio) e delle necessarie certificazioni sanitarie, e non muniti, ove richiesto, di passaporto individuale è punito con la reclusione da tre mesi a un anno e la contestuale multa da 3.000 a 15.000 euro. Un’aggravante è prevista se i cani o i gatti introdotti illecitamente sono cuccioli di età accertata inferiore a dodici settimane o provengono da zone sottoposte a misure restrittive di polizia veterinaria.

 

Il Manuale “Procedure per l’esecuzione dei controlli nella movimentazione comunitaria di cani e gatti” è disponibile anche in lingua inglese, nella versione digitale.

 

 

*“Legge di ratifica ed esecuzione della Convezione europea per la protezione degli animali da compagnia, fatta a Strasburgo il 13 novembre 1987, nonché norme di adeguamento dell’ordinamento interno

 

27 settembre 2011

Ufficio stampa LAV 06.4461325 – 329.0398535 – 339.1742586 www.lav.it

 

 

Maria Falvo
Responsabile Ufficio Stampa LAV
Cell. +39 339 1742586
E-mail: ufficiostampa@lav.it
LAVONLUS_72dpi
LAV Sede Nazionale
Viale Regina Margherita 177 - 00198 Roma
Tel. +39 06 4461325
Fax +39 06 4461326
web :
www.lav.it

 



__________ Informazioni da ESET NOD32 Antivirus, versione del database delle firme digitali 6496 (20110926) __________

Il messaggio è stato controllato da ESET NOD32 Antivirus.

www.nod32.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl