portici: proteste per i ripetitori telefonici

12/dic/2011 13.20.35 napoli nord-sud ambiente - lavoro Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
LA PROTESTA DEI RIPETITORI TELEFONICI La decisione del Sindaco e della Giunta Comunale di far sospendere l’installazione e delocalizzare in altra parte della Città del ripetitore telefonico Vodafone, prima previsto nelle vicinanze della Scuola Materna ed Elementare De Sanctis che già vive l’incubo a causa di un mega palazzo a ridosso della stessa interamente ricoperto di lastre in eternit, ha visto la popolazione del quartiere San Cristofaro levare un sospiro di sollievo. Questo è un segnale positivo che vuol significare la sensibilità dimostrata dal Sindaco Vincenzo CUOMO, dall’Assessore all’Ambiente Francesco SANTOMARTINO e dal Consigliere Comunale IDV Pasquale SANNINO, verso quell’ulteriore pericolo alla salute pubblica scongiurato. Le stesse persone che hanno approvato nel 2010 l’installazione di quel ripetitore telefonico, oggi, speriamo, hanno deciso di tornare su i loro passi. Vi è da dire, però, che l’installazione di quel ripetitore telefonico in un’altra parte della Città sposta quello stesso problema ad altra fetta di popolazione e quella stessa realizzazione farà da apripista agli altri Gestori telefonici di potere usufruire di quella precedente installazione per metterci anche la propria. Si avrà quindi quel problema moltiplicato per quanti Gestori di Telefonia Mobile esistono. Viste le tante rassicurazioni date dal Sindaco, dall’Assessore all’Ambiente, che ha rilasciato delle dichiarazioni pubbliche molto gravi data la sua posizione di Assessore all’Ambiente, e da qualche Consigliere molto accalorato, tanto che, questi, ha anche rilasciato una dichiarazione che è sembrata una certificazione tecnica, per mettere a tacere le tante proteste, le tante preoccupazioni, i tanti dubbi che sono caduti sulla stessa Giunta Comunale e per chiarire le troppe ombre apparse, in virtù delle alte certificazioni attestanti l’inesistente pericolo, delle tante dichiarazioni rilasciate dai Politici locali, del convegno sull’inesistenza di rischi dal ripetitore telefonico organizzato per il giorno 13 dicembre, CHIEDIAMO A QUESTI POLITICI LOCALI , se proprio vogliono spegnere qualsivoglia protesta passata, presente e futura, se vogliono rassicurare tutta la cittadinanza e riguadagnare la sua fiducia, di far installare quel ripetitore telefonico sulle loro case senza trovare appigli su qualsivoglia delibera, sempre modificabile, od altri cavilli, tanto il ripetitore può essere installato ovunque e dappertutto!!! SE QUEL RIPETITORE, COME LORO STESSI CONTINUAMENTE DICHIARANO, NON E’ PERICOLOSO, NON E’ DANNOSO PER LA SALUTE E NON MIETE VITTIME ALLORA I SIGNORI POLITICI DI PORTICI PROVVEDANO, SENZA SE E SENZA MA, A DARE UN SEGNALE CHIARO ED INEQUIVOCABILE METTENDOSI LORO IN PRIMA LINEA E FACENDO INSTALLARE SULLE LORO CASE QUEL RIPETITORE. Il Presidente SAVASTANO Carmine Associazione della Colonna Mobile Protezione Civile della Provincia di Napoli sito web: www.napolinordsud.altervista.org – Tel. 333.4423627 Via San Cristoforo, 69/c – 80055 Portici (Na)
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl